Utente 220XXX
Salve, sono un ragazzo di 30 anni. Ieri ho ritirato le analisi del sangue riguardanti il controllo delle epatiti. Premetto che sono una persona molto ansiosa ed ipocondriaca, tant'è che questi esami li ho fatti solo perchè sono stato io a farne una richiesta specifica al mio medico di base. I risultati sono i seguenti:
hbsag ASSENTE
hbsab 42 mui/ml
hbcab PRESENTI
Ho già parlato con lui e mi ha riferito che non c'è bisogno di ulteriori analisi poichè questi risultati stanno a significare che in passato, probabilmente molti anni addietro, ho contratto l'epatite B ma il mio corpo ha reagito creandosi degli anticorpi. Questo dimostrerebbe sia la presenza dell'hbsab e sia dell'hbcab. Inoltre nel mese di maggio avevo già fatto gli esami delle transaminasi (got-ast e gpt-alt) che sono risultate rispettivamente 22 u/l e 25 u/l ,quindi perfettamente nella norma. E veniamo alle mie domande. Posso davvero stare tranquillo? O devo sostenere ulteriori analisi? E' davvero possibile che l'ho contratta molti anni fa e non negli ultimi 2-3 mesi ovvero dopo che ho fatto gli esami delle transaminasi? Cosa dimostrerebbe con sicurezza che è qualcosa che fa parte del mio passato? Questa domanda la faccio anche perchè ho avuto nel mese di agosto di quest'anno un unico rapporto sessuale non protetto e questo mi ha spaventato molto! Per quanto ho capito non posso più trasmettere l'epatite B e nè tantomeno potrei più prenderla. Cosa succede se si abbassono gli anticorpi a causa di una febbre stagionale? Si abbassano anche gli anticorpi hbsab e ritorna l'epatie?
Vi saluto e vi ringrazio cordialmente.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
12% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2005
Salve,
non importa quando (io presumo per via vaccinale) ma l'ha avuta e non l'ha ora: tutto qui.
Si metta l'anima in pace e stia tranquillo

saluti
[#2] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Salve,
grazie per la risposta. In questi giorni ho trovato il mio libretto delle vaccinazioni e ho notato che tra il maggio e il novembre del 1992, ovvero appena compiuti gli 11 anni, mi sono state somministrate tre dosi di vaccino antiepatite B. Il mio medico sospetta che o sono venuto a contatto con il virus prima del vaccino in seguito all'operazione delle adenoidi e all'estrazione di una radice dentaria a cui sono stato sottoposto rispettivamente a 4 e a 9 anni, o che il vaccino non sia andato a buon fine. Non c'è una possibilità di eliminare dal mio corpo questa "presenza" del virus?

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
12% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2005
Avere gli anticorpi non significa avere il virus, ma, anzi, che il virus non c'è e l'organismo è pronto a combattere un nuovo contatto col virus stesso

Saluti