Utente 143XXX
gent.ssimi dottori vorrei chiedere un parere ad un medico chirurgo.
qualche settimana fa ho fatto un'ecografia addominale che ha rilevato la presenza di un'ernia inguinale di circa 2 centimetri. il medico ha detto che visto il mio tipo di lavoro che non richiede sforzi non serve fare intervento in quanto molto piccola come ernia. effettivamente durante la vita quotidiana non sento quasi mai il fastidio addirittura se non ci penso quasi me ne dimentico. tranne però quando ad esempio prendo in braccio mia figlia per esempio. faccio comunque attenzione ad ogni sforzo e valuto sempre che se pesa più di un bimbo non intervengo. la domanda è : posso davvero continuare a restare senza fare alcun intervento viste le condizioni che ho descritto? oppure bisogna comunque intervenire? grazie per la vostra cortese attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Adamo
32% attività
0% attualità
12% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Gentile utente, l'indicazione al'intervento chirurgico per il trattamento dell'ernia inguinale sono sicuramente legate oltre che alle dimensioni , alla sintomatologia ed a come la presenza dell'ernia incide sulla vita quotidiana.
A me pare capire che nel suo caso, facendo un pò di attenzione al carico di pesi non eccessivi la sua sintomatologia non sia particolarmente fastidiosa. Per cui si può tranquillamente aspettare ad effettuare l'intervento.
Ritengo comunque di fondamentale importanza più che l'ecografia una valutazione specialistica chirurgica.Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile signore, ritengo che in base alle informazioni che lei ci ha fornito, al momento non sia necessario un intervento di plastica erniaria, in quanto in questo momento considerare ed accettare eventualmente anche una complicanza legata ad una protesi sarebbe eccessivo rispetto ai suoi sintomi.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Mi permetto di suggerire l'opportunità di un adeguato dimagrimento, anche in vista di un possibile intervento chirurgico e la serena valutazione alla luce dei rilievi clinici fatti da un Chirurgo piuttosto che dall'Ecografista.
L'ecografia nella mia esperienza tende a sovrastimare la presenza e le dimensioni delle ernie, ma in presenza certa di un'ernia non vedrei sinceramente accettabile dover subire alla sua età limitazioni nelle normali attività della vita quotidiana ("...quando ad esempio prendo in braccio mia figlia").
La storia di un'ernia resta necessariamente quella di un progressivo aumento di dimensioni che prima o poi richiederà inevitabilmente l'intervento e che potrebbe lasciarla nel frattempo esposto a possibili complicazioni (intasamento, strozzamento).
[#4] dopo  
Dr. Stefano Enrico
24% attività
4% attualità
12% socialità
ORBASSANO (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Le faccio una domanda:
Ma ha eseguito l'ecografia per la presenza di una tumefazione o di un dolore in sede inguinale, o per altri motivi ed il riscontro dell'ernia è stato un reperto ecografico casuale?
La valutazione dell'ernia è essenzialmente clinica e va fatta da un chirurgo.
Il trattamento è chirurgico: che sia fatto con tecnica tradizionale o laparoscopica, lo scopo è di rimediare al difetto di parete, che deve essere riparato e non deve influenzare la qualità di vita, come giustamente fatto rilevare dal Dr Piscitelli.
Auguri,
[#5] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
intanto grazie a Voi tutti per la risposta di ognuno.
per rispondere poi al Dott. Stefano Enrico i motivi dell'ecografia sono douti ad un fastidio che sentivo nella zona interessata. il mio medico pensava ad un'appendicite. ho fatto esami emocromo, feci, sangue nelle feci occulte che hanno dato tutti esito negativo- ha infine voluto che facessi appunto un' ecografia addominale dalla quale è uscito il verdetto dell'ernia inguinale - il mio medico ha detto che avrei dovuto fare un consulto chirurgico ma ancora non ho prenotato - ho voluto sentire la Vs opinione . devo quindi fare questa visita chirurgica?
[#6] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
La visita Chirurgica è indispensabile.
Oltretutto la regione inguinale è sede di irradiazione di sintomi riferibili alle più svariate patologie non solo urogenitali e intestinali, ma anche muscoloscheletriche.
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Adamo
32% attività
0% attualità
12% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Gentile utente come consigliatole nella mia recente consulenza ribadisco che in questi casi è importante una valutazione chirurgica che consentirà una corretta valutazione dell'entità del difetto erniario ( non l'ecografia) e di conseguenza l'indicazione al trattamento chirurgico.Cordiali saluti!