Utente 157XXX
Salve, vorrei avere delle informazioni/delucidazioni su quello che il mio dente sta passando in queste settimane.
Tutto è iniziato con un rigonfiamento della gengiva (avevo già richiesto un consulto per questo), il dentista mi disse che si trattava di una fistola e andava devitalizzato il dente (dente secondo lui già 'morto').
Mi ha solo dato un colluttorio antinfiammatorio da usare per 1 settimana, una settimana dopo sono ritornata e con il trapano mi ha aperto il dente, dicendomi che per una settimana dovevo tenere il dente così (lasciato proprio col buco aperto), in modo che l'infiammazione potesse passare, e in più fare sciacqui con acqua e sale.
Così ho fatto, e oggi sono andata di nuovo, e qua sono rimasta un po' allibita, parlando con lui mi ha detto (testuali parole) 'la cosa è lunga, dovrai venire almeno altre 3 volte'.
Io non ho mai fatto una devitalizzazione, ma ho sempre visto i miei genitori fare una devitalizzazione in massimo 2/3 sedute.... 5 sedute (minimo) non sono eccessive? non capisco, se come dice il dente è già morto perchè deve correre così tanto tempo per devitalizzarlo?
Oggi mi ha solo messo una pasta gialla (dal sapore veramente sgradevole, tutt'ora ne sento il sapore anche mentre mangio), ma che cos'è?

ultima domanda, il mio dente era visibilmente cariato, ha una buco molto grande nello spazio tra il dente e quello affianco, e un colore di tutto il dente leggermente scuro, in seguito alla devitalizzazione dovrò incapsularlo?

grazie per l'attenzione
[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
mi sembra che la tecnica si aun pò obsoleta nella sua tempistica
capita, comunque che si debbano fare medicazioni in un dente necrotico, raro lasciarlo aperto o prescrivere prima di iniziare del colluttorio, del tutto inutile su un dente necrotico
probabilmente è stata usata una pasta iodoformica che orami credo veramente pochi usino
un dente devitalizzato se molto ricostruito se ne consiglia l'incapsulamento, ma questo il suo dentista dovrebbe averlo già detto prima di iniziare il lavoro se l'elemento ha una carie importante
cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Tenere il dente con il buco aperto è una manovra da PROSCRIVERE.

Se uno studente odontoiatria in una qualsiasi università del mondo, all'esame rispondesse che bisogna lasciare aperto il dente, verrebbe cacciato all'istante a pedate.

Si accerti che IL PROSSIMO DENTISTA da cui lei andrà usi routinariamente questa cosa qui:
http://www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/255/La-diga-di-gomma

Se ha dei dubbi per scegliere il suo prossimo dentista, qui ci sono dei suggerimenti utili:
http://www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/546/Scegliere-un-buon-dentista-criteri-empirici-di-valutazione
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Mah, che dirle, la tecnica sembra un pochino inadeguata. Di solito, tranne casi particolarmente difficili, la terapia endodontica si conclude in due sedute massimo. Per il fatto di lasciare il dente aperto in assenza di essudato purulento intracamerale non è pratica corretta. Comunque no sta a noi giudicare l'operato di un collega soprattutto per via telematica...la cosa importante è che lei si fidi del suo curante altrimenti...cambi.
Cordialmente