Utente 791XXX
Buonasera, vorrei alcune delucidazioni sul diabete.
ho fatto degli esami di routine, vi leggo i risultati che mi sono sembrati stranamente alterati:
glicemia 146
potassio nel siero 5.30
trigliceridi 155
colesterolo tot 282
tsh 5.50
urine glucosio 1000
urine esterasi leucicitaria 75
urine leucocidi 85
con questi valori sono andata subito al centro diabetico e il diabetologo mi ha chiesto di ripetere gli esami compresa la curva glicemica. dopo alcuni mesi ho ripetuto gli esami:
glicemia 168 ( e quindi la curva non l'ho potuta fare)
potassio nel siero 4.40
trigliceridi 212
gpt/alt 48.00
colesterolo tot 245
colest hdl 41
emoglobina glicosata 7.3% 56 mmol/mol
tsh 4.64
urine glucosio 1001
.......leucociti 92
..........cellule epiteliali 22
.......... flora microbica 537
non convinta sono andata a ripetere gli esami per la curva glicemica dopo 14 ore di digiuno assoluto ed anche qui la glicemia era troppo elevata 158 e cosi ora non mi rimane che andare nuovamente dal diabetologo ma i tempi sono ancora lunghi e mi domando.
Come posso contenere il problema se l'iter è cosi lungo? Vada per la dieta ma se la glicemia è cosi alta dopo un digiuno di 14 ore che faccio non mangio?
Il mio medico mi aveva dato il glucopage ma il diabetologo quando sono andata a chiedere se facevo bene mi ha detto che solo lui poteva decidere se e come prendere le pasticche. nel dubbio non l'ho piu prese.
Per informarla non sono dimagrita e sono solo 10 kg in sovrappeso,ho 50 anni,e non faccio una vita serena e pigra.
e se avessi bisogno d'insulina?
avvolte la mattina mi capita di svegliarmi con un forte mal di testa, dipende dalla glicemia?
Mi può aiutare?
grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Alfonso Bellia
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

la sua storia clinica è piuttosto caratteristica, nel senso che la presenza del diabete viene spesso diagnosticata per caso, senza la presenza di particolari sintomi come il dimagrimento.
Questa forma di diabete (tipo 2) rappresenta in assoluto la più frequente, si associa spesso al sovrappeso e ad altri disturbi come la dislipidemia o l'ipertensione. La dieta e l'attività fisica rappresentano la base del trattamento di questa forma, con eventualmente associata la terapia farmacologica (niente insulina!). L'inquadramento completo della patologia, indagando la presenza di eventuali complicanze o particolari fattori di rischio per lo sviluppo delle stesse, è comunque compito dello specialista diabetologo.
Aggiungerei inoltre il dosaggio degli ormoni tiroidei e degli anticorpi anti-TPO e anti-tireoglobulina, visto il valore di TSH che riporta.

La saluto cordialmente