Utente 258XXX
Salve, vorrei conoscere un vostro parere circa l'esito di queste analisi.
Premessa:
sono un uomo di 36 anni, normopeso (170 cm x 69 kg), affetto da insufficienza aortica severa e mitralica moderata, valvola polmonare steno-insufficiente; severa dilatazione ventricolare ma con funzione di pompa conservata (FE 61%), asintomatico, non in scompenso.
Non bevitore, neanche occasionale, non fumatore, svolgo moderata attività fisica, compatibilmente con la mia patologia cardiaca, alimentazione sana.
Ho già sostituito la valvola aortica nel 1997 con intervento di Ross, e dovrò nel prossimo futuro sottopormi ad un nuovo intervento. Non assumo nessun tipo di farmaco ne alcuna terapia, e al momento delle analisi ero a digiuno dalla mezzanotte.
Ecco le analisi:
Emocromo nella norma
Creatinina, Urea, Colesterolo, Trigliceridi, Acido Urico: normali
Bilirubina Tot: 3.96
Bilirubina diretta: 0.12
Bilirubina indiretta: 3,84
Na, K, Mg, Ca, nella norma; Fe: 171 V.N.: 170
Alanina aminotransferasi: 34 (V.N. 6-55)
Fosfatasi Alcalina: 53 (53-128)
Gammaglutamiltransferasi: 55 (11-50)
Latticodeidrogenasi: 277 (125-220)
PT-Secondi-P: 15.70
PT-Rapporto-P: 1.16 (0.9-1.18)
PT-INR: 1.21
APTT-Secondi-P: 29.19
APTT-Rapporto-P: 1.02 (075-1.29)
P-Antitrombina III: 84 (70-130)
Sierologia: negativa
Proteine tot-Siero: 83.7 (60-80)
Rapporto albumina/globuline: 1.23
Albumina: 55.1% (55.8-66.1)
Alfa 1 globuline: 3.4% (2.9-4.9)
Alfa 2 globuline: 7.5% (7.1-11.8)
Beta 1 globuline: 4.7% (4.7-7.2)
Beta 2 globuline: 4.9% (3.2-6.5)
Gamma globuline 24.4% (11.1-18.8)

Se serve qualche altro dato o chiarimento, fatemi sapere. Vi ringrazio anticipatamente per l'aiuto.




[#1] dopo  
Dr.ssa Manuela Nestola
24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Da quanto scrive, parrebbe che il suo fegato soffra un po' della situazione cardiaca, sarebbe un po' sovraccarico, sebbene un tale sospetto debba essere suffragato da una valutazione ecografica del parenchima epatico e del sistema spleno- portale e delle vene epatiche. Ne parli col Suo Medico per poter completare il percorso diagnostico.
Caro saluti.
[#2] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2007
Grazie Dr.ssa Nestola ne parlerò col mio medico di base e vedrò di eseguire un'ecografia come da Lei suggerito.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2007
Gent.ma Dr.ssa Nestola, vorrei ancora domandarle, se ha un altro pò di tempo a disposizione, se il quadro di iperbilirubinemia indiretta potrebbe essere riferibile ad un'eventuale sindrome di Gilbert. Ovviamente eseguirò quanto prima l'eco.
Grazie ancora e scusi per il disturbo.
Saluti
[#4] dopo  
Dr.ssa Manuela Nestola
24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
E' effettivamente possibile che una lieve iperbilirubinemia indiretta sia legata alla sindrme di Gilbert, e l'ipotesi sarebbe avvalorata da precedenti esami con la stessa anomalia o parenti con la stessa alterazione laboratoristica, IN ASSENZA DI ALTRI MOTIVI CHE SPIEGHINO L'ALTERAZIONE DI TALE VALORE. Tra questi motivi, potrebbe esserci il sovraccarico epatico di cui parlavamo prima, e che Lei non puo' escludere. La dignosi genetica di Sdr di Gilbert non si esegue routinariamente, anche perche' sono note solo alcune mutazioni responsabili.
Spero di essere stata esaustiva.
Un caro saluto.

[#5] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2007
Si perfettamente, grazie ancora!
cordiali saluti