Utente 224XXX
Buongiorno, ringrazio sin d'ora chi risponderà al mio quesito.
A mio padre di 60 anni è stata riscontrato da tre anni il prolasso della valvola mitralica. Ogni anno effettua l'ecocardiogramma e la visita cardiologica essendo anche donatore di sangue. A fine settembre ha effettuato come di routine l'ecocardiogramma in cui vi è scritto: "atrio sx dilatato (volume 64 ml). Valvola mitrale sclerotica ed ispessita con prolasso del lembo posteriore; insufficienza eccentrica di grado moderato severo. Pattern transmitralico da alterato rilasciamento. Ventricolo sx di normali dimensioni e spessori; normale cinesi globale e segmentaria. Valvola normale. Aorta ascendente normale. Atrio dx normale. Ventricolo dx normale. Lieve insufficienza tricuspidale con PAPs di circa 30 mmHg. Pericardio normale." Il cardiologo dopo aver visto il referto ha detto che sarà necessario l'intervento chirurgico perchè è come se ci fosse un guasto meccanico nel cuore, cui bisogna porre subito rimedio. Ora mio padre è in attesa di mettere l'olter. Volevo sapere se secondo voi è compatibile quanto riferito dal cardiologo o mi consigliate come ho in mente di far visitare mio padre da un altro esperto? Mi è sembrato che il medico sia arrivato ad una conclusione molto affrettata. Vi chiedo gentilmente una risposta perchè sto vivendo con l'ansia e nel contempo non vorrai far trasparire la mia agitazione in famiglia, trattandosi di un'operazione non da poco. Preciso che mio padre prende regolarmente la pastiglia per la pressione e non ha alcun sintomo se non quando ha fatto molto caldo si sentiva più stanco del solito. Preciso inoltre che è un impiegato statale.
Ringrazio ancora.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se suo padre ha una insufficienza mitralica di grado moderato-severo va considerato in effetti un intervento chirugico che a seconda del danno valvolare potra' consistere in una plastica oppure in una sostituzione della valvola.
Ovviamente sto parlando di una ecografia che non vedo e che non ho eseguitop io
Cordialmente
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la sua celere risposta. In tutti i casi in cui l'insufficienza è moderata severa è necessaria l'operazione? L'operazione consisterebbe nell'apertura dello sterno o ci sono mezzi alternativi?
Ringrazio.




















[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Ci sono mezzi alternativi che pero' possono essere considerati a seconda di morfologie della valvola che va attentamente studiata con un ecocolordoppler ben fatta (minitoracotomia, clips metalliche, ricostruzione delle corde tendinee con materiale sintetico).
E' impossibile dirlo per via telematica.
La saluto cordialemnte
cecchini
www.cecchinicuore.org