Utente 141XXX
Salve,

Ad una donna di circa 84 anni affetta da osteoporosi sono state prescritte da due dottori diversi le seguenti cure di punture:

- Nerixia - 1 fiala 1 volta al mese
- Clasteon - 100 mg 1 volta a settimana

Quale delle due è maggiormente consigliata e più efficace e ogni quanto va presa? C'è qualcosa da sapere in particolare su queste cure?
Inoltre perchè una medicina è prescritta per una volta a settimana e l'altra per una volta al mese?

Grazie
Cordialmente
[#1] dopo  
Dr. Gianni Nucci
32% attività +32
12 attualità +12
16 socialità +16
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
Come già risposto precedentemente, il primo farmaco non ha in scheda tecnica la cura dell'osteoporosi senile.
Il secondo può essere usato, ma è una molecola un pò vecchia, che ha anche effetto antidolorifico, e minore effetto sull'osteoporosi dei farmaci di ultima generazione.
Le rinnovo l'invito a parlarne col medico di famiglia.
Cordiai saluti.
[#2] dopo  
141975

dal 2011
La ringrazio per la risposta.

Il problema è che proprio uno dei due medici di famiglia ci ha consigliato questi farmaci. Ecco perchè ho chiesto qui. Può dirmi lei quale farmaco più nuovo ha un effetto migliore del secondo elencato come lei ha specificato?

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Gianni Nucci
32% attività +32
12 attualità +12
16 socialità +16
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
Non posso consigliare farmaci on-line, giustamente.
Esistono comunque categorie di farmaci come alendronato, risedronato e ranelato di stronzio che, in genere, vengono usati nell'osteoporosi.
Chieda consiglio ad uno specialista.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Coli'
32% attività +32
16 attualità +16
16 socialità +16
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente, la terapia per l'osteoporosi deve sempre essere prescritta individulamente a seconda delle caratteristiche del quadro clinico perchè non esiste una terapia uguale per tutti. Il neridronato viene dispensato in Italia per l'osteoporosi dal servizio sanitario solo nella regione toscana.
La base di ogni terapia è costituita comunque sicuramente dal calcio e vitamina D cui associare, in base ai valori densitometrici ed esami di laboratorio che studino il metabolismo osseo, altri farmaci che possono ridurre il riassorbimento osseo (se aumentato) o che lo stimolino (se ridotto). Altro elemento importante è il movimento e la presenza di altre terapie che potrebbero interferire con il metabolismo osseo. Pertanto sarebbe il caso che si rivolgesse al centro osteoporosi più vicino alla sua residenza per una adeguata consulenza.
Cordialità