Utente 224XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 23 anni e ormai da luglio 2010 ho notato una conformazione strana delle vene sull'asta del pene. Per un bel po di tempo non mi hanno dato alcun problema, quindi non mi sono preoccupato più di tanto. Da qualche mese, però, sono venute fuori, in evidenza, anche delle venature che partono dalla base del glande. Il colore dello stesso appare non uniforme, con la corona arrossata con queste vene (con dei pallini all'inzio di ciascuna vena) e il glande di un colore biancastro anche se uniforme. Soprattutto con il pene in erezione noto un leggero dolore nella parte destra dell'asta ma solo se la premo leggermente. Le vene sull'asta sono molto in evidenza con il pene in erezione e si vedono anche vene più piccole che prima non vedevo. Non ho particolare dolore durante la masturbazone o il rapporto sessuale con la mia ragazza. Ogni tanto ho alcune fitte, soprattutto col pene in erezione. E' un po difficile da spiegare ma data la delicatezza del problema non mi sono mai fatto vedere da nessuno, nè da uno specialista nè dal mio medico di famiglia. Siccome sto iniziando a preoccuparmi e la parte destra dell'asta del pene inizia a dare piccoli stimoli dolorosi più frequentemente mi chiedevo se potevate inquadrare un pochino meglio il mio problema. Vi ringrazio anticipatamente e ci porgo i miei distinti saluti.
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività +52
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la rassicuro. Le vene posso assuere diametri e quindi evidenze (e quindi percorsi apparenti) diverse in seguito a diversi stimoli: temperatura, sforzo fisco, ansia, eccitazione, senza che nessuno di questi sia patologico. Negli ultimi 10 anni sono state segnalate una quindicina di casi nel mondo di infiammazioni riferibili alle vene del pene (flebiti di mondor) che si risolvono spontaneamente. Si faccia vedere dal medico di base, che nion vi sia invece una infioammazione cutanea e dorma tranquikllo.