Utente 224XXX
da circa 20 anni ho una cisti sottocutanea ascellare sx del diametro di ca 15mm, 5gg fa ha cominciato a gonfiarsi inspiegabilmente diventando di ca 30/35mm e creando un rigofiamento dei linfonodi sottostanti grande quanto il palmo di una mano (sembrava stesse per scoppiare l'ascella). Il mio medico di base ha consigliato impacchi caldo-umidi con acqua calda serali per ammorbidire o far sfogare la cisti, 8gg x 3 die di antibiotico e poi eventuale ecografia e drenaggio della cisti con biopsia interna. A tuttoggi si è sgonfiato un po' tutto quanto: facendo pressione con le dita sui lati della cisti, è fuoriuscito parecchio materiale infetto bianco/giallastro misto a sangue ma la parte sottostante è rimasta molto dura per un'area di ca 50 x 50 mm e la cisti è diventata una protuberanza rossa e tumefatta con 3 punti di sfogo sull'apice. Sono parecchio preoccupato da tale situazione e quindi se possibile, gradirei un parere medico esperto prima di agire a riguardo. Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sarebbe importante "vederla" per esprimere un parere. Quando parla di cisti suppongo si riferisca ad una cisti SEBACEA.
Seguirei i consigli del suo curante e richiederei una visita CHIRURGICA per programmare un provvedimento coservativo oppure chirurgico.
[#2] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio sentitamente per la Sua celere risposta. Ho fatto delle foto durante il decorso negli ultimi 3 gg sia della zona interessata che della sostanza fuoriuscita dopo la compressione della cisti. Se vuole posso inviarLe copia. Mi dica pure dove posso mandarle. Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Per "vederla" intendevo "di persona" tramite una visita .

Se <<da circa 20 anni ho una cisti sottocutanea ascellare sx del diametro >> non è giustificata tanta preoccupazione.