Utente 158XXX
Buongiorno,
sono una ragazza di 24 anni e la prossima settimana andrò finalmente a fare la mia prima mappatura dei nei; sono un pò di anni che vorrei farla, ma la paura di brutti esiti mi ha sempre e stupidamente bloccata.
La situazione però è peggiorata ultimamente, nel senso che vivo come se fossi già malata, ho forti ansie, penso solo al peggio, e ho una costante paura della morte.
Oltre a questo, la molla che mi ha dato "coraggio" per affrontare la visita, è che penso da nemmeno 6 mesi, ho riscontrato al tatto dietro la schiena un neo di colore nero blu, di circa 2/3 cm.
Essendo in una posizione abbastanza difficile da guardare anche allo specchio, non so se è nato dal nulla, o se prima vi fosse un neo piano.
La cosa comunque mi preoccupa... ho letto troppe cose sul melanoma, e ogni neo che vedo sul mio corpo mi crea disagio, non vivo più bene nè con me stessa nè con gli altri.
Spero vivamente che la visita vada bene.. anche se non ho dubbi che mi verranno fatti asportare dei nei, e già il pensiero dell'attesa degli esiti mi rende ansiosa.
Avete dei consigli su come affrontare la situazione? Vi è capitato di avere pazienti in questo stato?

Vi ringrazio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
la giusta attenzione verso gli eventuali disturbi del nostro organismo non deve farci precipitare nella patofobia, forma di ossessione.
Peraltro chiunque abbia dei nei deve fare delle visite dermatologiche, quantomeno annuali. SE poi ci sono nevi che necessitano di essere seguiti nel tempo, la mappatura offre delle possibilitòà diagnostiche sicuramente interessanti.
Non si disperi e vada con fiducia dal suo dermatologo

saluti
[#2] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Si, si chiama ansia o ipocondria, ed e' un brutto sintomo. Vedrà che tutto andrà per il meglio, considerando che il dermatologo potrà porre una parola chiara sulla sua salute.

Saluti
[#3] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Vi ringrazio, è che mi sento estremamente fragile in questo momento; non riesco nemmeno a toccare l'argomento con le persone che mi stanno vicine ed esprimere come mi sento, sto portando tutto sulle mie spalle perché non penso sia giusto far pesare le mie ansie agli altri.. non ne ho mai parlato nemmeno con i miei genitori, anche perché mi preoccupo più per loro che per me... nel senso che se mi trovassero qualcosa di grave starebbero più male loro di me.
Comunque grazie ancora per le Vs. risposte, spero veramente che vada tutto per il meglio.
[#4] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
sarà sicuramente così.

saluti cari