Utente 413XXX
Gentili dottori,
sono un ragazzo di 23 anni e dopo la visita dall'odontoitra mi è stato dignosticato questo nel 2000:

"è presente un dolore al massetere di destra su base tensiva. Questo dolore è peggiorato un po' da un'occlusione non certo ideale, dalla deviazione a sinistra della mandibola, da un ipercontatto tra gli incisi. Credo opportuno applicare un bite ad approfondire la diagnosi, eliminare tutti i sintomi dovuti all'occlusione e proteggere i denti. Questo va portato per tutto il giorno per otto/dieci giorni, e poi di notte per tre mesi e poi nei periodi di maggior stress. Esercizi di rilassamento, di respirazione, palestra ecc... sono positiviì".

Aggiungo anche (questo da parte mia) che era ed è presente il famoso scatto della mascella destra dove i denti combaciano perfettamente, invece sulla sinistra rimane proprio un vuoto di 1-2 cm e questo mi comporta a masticare tutto con la parte destra, che per questo risulta anche + tonificata come muscolo, rispetto alla sinistra. Inoltre sulla sinistra all'arcata inferiore, ho un pre-molare che non è uscito e ho il dente da latte.

Ora io sto usando questo bite sempre...ogni notte (anche perchè la notte tendo a stringere i denti) e ho finito i controlli da 2 anni. Pensavo di aver risolto il problema ( anche se lo scatto alla mascella destra c'è sempre,non riesco a sbadigliare correttamente e ho sempre paura che rimanga bloccato, quando mastico utilizzo la parte destra della mascella mentre la sinistra non la uso proprio!)

La cosa che mi sta dando fastidio è però anche questo senso di stanchezza della mandibola e delle ossa del viso quando sono in piedi, quando sono seduto per molto tempo, proprio perchè sulla parte destra combacia tutto perfettamente, sulla sinistra invece mi rimane quel vuoto di 2 cm che non mi fà stare sereno e rilassato con la muscolatura, ho sempre questi muscoli, sulla parte della mandibola che uso di più, la destra, sempre in tensione!!!

Sono purtroppo un tipo piuttosto ansioso e sò che l'ansia influisce su questo problema, comunque vado in palestra e non ho problemi di dolori alla schiena o altro...anche se tutte le ossa del mio corpo ...soprattuto le gionocchia, fanno sempre lo scatto! sarà legato al problema della dentatura??????????????


Voglio chiederle:
- innanzi tutto se la cosa può peggiorare col tempo e portare a delle modificazione dell'equilibrio del viso, degli occhi, anche perchè già un po' si nota che la mandibola destra è + pronunciata della sinistra!
- a chi mi dovrei rivolgere per sapere se si può fare qualcosa e risolvere questi problemi: all'odontoiatra o ad un chirurgo maxillo-facciale?
- inoltre vorrei sapere cosa ne pensate della mia situazione?

spero di essere stato il più esauriente possibile, mi scuso del linguaggio non perfettamente tecnico ed appropriato e vi ringrazio anticipatamente sui pareri e le risposte che mi fornirete!!!!




sto utilizzando questo bite

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Sacco
20% attività
0% attualità
0% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
la sua situazione clinica è, ovviamente, difficilmente analizzabile on line, ma da quello che espone si impone una visita specialistica maxillo-facciale per intraprendere una terapia efficace e definitiva. Si rivolga con fiducia ad uno specialista della sua zona.
[#2] dopo  
Dr. Carmine Taglialatela Scafati
24% attività
0% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile utente, da quello che ho capito, lei ha una malocclusione dentale disfunzionale. Precisiamo infatti, che non sempre la malocclusione è sintomatica. La patologia disfunzionale dell'ATM, su base occlusale, in genere prevede un primo approccio con applicazione di un bite che serve a smemorizzare il circuito patologico occluso mio funzionaleed creatosi ed un secondo approccio ortodontico e spesso anche chirurgico, finalizzati al ripristino di una occlusione ideale al di fuori dei compensi dentali. Per quanto concerne le sue domande rispondo:
- la situazione, purtroppo tende a peggiorare negli anni, perchè vengono sempre più meno i meccanismi di compenso;
-si deve rivolgere ad un un chirurgo maxillo facciale che si interessa di tali problematiche, che va oltre l'occlusione dentale, prendendo in considerazione il rapporto spaziale dei mascellari;
- per bene valutare la sua situazione bisogna effettuare un esame clinico, integrato da indagini di rito, tra cui OPT, Telecranio, RMN delle ATM statica e funzionale.

Distinti saluti e auguri di Buon Anno

Carmine Taglialatela Scafati.
[#3] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.re,
da quanto Lei espone sembra che la Sua sintomatologia possa anche essere influenzata dalla malocclusione, ma che vi sia una rilevante componente muscolo-tensiva.
E' opportuno che le Sue condizioni cliniche siano valutate da uno Specialista in Ortognatodonzia e/o Chirurgia Maxillo-Facciale, per un eventuale trattamento correttivo della malocclusione ma anche della base muscolo-tensiva.
Con i migliori auguri
[#4] dopo  
Dr. Lorenzo Alberti
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Mi sembra corretta la diagnosi del dr. Tagliatela Scafati, pur nei limiti di un consulto "on-line". Mi permetto di aggiungere: l'importanza di determinare la corretta posizione della mandibola secondo criteri miofunzionali(rilassamento dei muscoli,elettrostimolazione,elettromiografia, tracciati kinesiografici); il confezionamento di un bite secondo tali criteri che consenta alla mandibola di mantenere la posizione fisiologica per circa sei mesi (h 24) per la riprogrammazione neurologica; dopo tale periodo di tempo la valutazione del caso sarà più agevole (ed i sintomi scomparsi o fortemente attenuati) e si potrà impostare a terapia di riabilitazione che potrebbe essere solo ortodontica o, nel caso più complesso, ortodontica e chirurgica.
Cordiali saluti.
Dr. Lorenzo Alberti
www.miolabroma.it
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Caro Utente, la sottocclusione sx è di 20mm secondo Lei o è stata effettivamente misurata? Quali denti a sx non occludono? E' stata manipolata la mandibola per una corretta diagnosi ( se scheletrica o neuro-muscolare?)
Ci faccia sapere
[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Caro paziente,
mi sembra che il suo caso sia stato ben impostato nel 2000.
Il bite non poteva certo risolverle il problema, perchè la discrepanza non può essere corretta.
Il bite è uno strumento allo stesso tempo diagnostico e terapeutico, ma non rappresenta la soluzione finale.

Spiegando in parole semplici, il bite opera una correzione come farebbe una scarpa più alta ad una persona con una gamba più corta.
Compensa, ma non risolve il problema.

Il suo dentista stesso nel 2000 le aveva consigliato "opportuno applicare un bite per approfondire la diagnosi", sottolineando che la diagnosi andava approfondita.

Cosa fare quindi?

Se c'è uno spazio da compensare, sempre usando parole semplici, si può procedere in questi modi:

1) Si spostano i denti fino a compensare lo spazio con un apparecchio; specialista di riferimento: l'ortodonzista.

2) Si compensa lo spazio in modo definitivo con l'applicazione di corone o intarsi; competenza del dentista generico.

3) si compensa con un intervento chirurgico spostando l'osso e i denti attaccati; competente il chirurgo maxillo-facciale.

Ma si pone un quarto problema: chi deve scegliere la strada corretta?
Secondo me è lo gnatologo, o quanto meno un professionista che abbia solide conocenze gnatologiche e possa scegliere la strada migliore.
Il suo dentista del 2000 mi sembra, dal linguaggio usato, competente nella materia.

Spero di esserle stato di aiuto.
[#7] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Dal 2000 ad oggi sono passati molti giorni! Dalla prima diagnosi fattaLe, risulta "pro verba" che era affetto (a 16 anni) da una malocclusione con deviazione mandibolare sx da probabile precontatto in centrica anteriore. La tensione masseterina era dovuto a questo. Il collega ,presumo, aveva consigliato il bite, per ricentrare la mandibola e detensionare il muscolo dx, ma poi avrebbe dovuto,OBBLIGATORIAMENTE finalizzare il caso o per via ortodontica, o Protesica o combinata ortodontico-chirurgica.
Questo, a mio avviso, è quanto..!
Ora, a questo punto, sta a Lei decidere se ricominciare il tutto, avvidandosi al suo odontoiatra di fiducia oppure... non sò.
Auguri
[#8] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2007

...ringrazio tutti per le risposte che mi avete fornito!

rispondo alel domande del DOTT. Giuseppe Oscar Muraca:

-lo spazio che riguarda la malocclusione (cioè dove i denti appunto non coincidono perfettamente) non è di 2mm perchè è stata effettivamente misurata, è una misura che è stata data da mè all'incirca, prorpio per far capire che è un bello spazio che rimane vuoto!
riguarda la parte sinistra , dal primo incisivo sinistro, poi il canino poi i premolari e poi ai molari ritorna normale...praticamente allo specchio si vede la parte della mandibola sinistra più inclinata verso il basso rispetto alla destra...l'arcata dei denti superiore invece è normale!!!!

-questo spazio che rimane vuoto è anche accentuato di + perchè ho un premolare da latte, dove praticamente il nuovo dente nn si è proprio formato sotto...!!

-sta di fatto che questa parte sinistra io la utilizzo di meno rispetto alla destra (anche nella masticazione), mi risulta difficile masticare da questo lato, non riesco!!!!

-AGGIUNGO INOLTRE CHE HO ANCHE IL BRUTTO VIZIO DI MANGIARMI LE UNGHE E SICURAMENTE ANCHE QUESTO NEL TEMPO A PEGGIORATO LA SITUAZIONE!

-il bite che sto usando lo metto sull'arcata superiore, E COMUNQUE SAPEVO GIà CHE ERA SOLO UN PAGLIATIVO ALLA MIA SITUAZIONE E CHE NON MI AVREBBE RISOLTO IL PROBLEMA.
- INOLTRE è COME DICE LEI NELLA SECONDA RISPOSTA: IL BITE ERA SOLO L'INIZIO, INFATTI MI AVEVA DETTO CHE PER RICOLVERE LA COSA, BISOGNAVA FARE UNA RISONANZA MAGNETICA:

"SI RICHIEDE RMN ALLE 2 ARTICOLAZIONI TEMPORO MANDINOLARI A BOCCA APERTA E CHIUSA IN POSIZIONE OBBLIQUO ASSIALI PER DISLOCAZIONE DI SCALE CON RIDUZIONE A CARICO DELL'ARTICOLAZIONE DESTRA"

...L'HO PRENOTATA MA SE NE PARLA A MARZO...ORA VEDO DI PRENOTARE AD UN CENTRO ( CHE MI HA CONSIGLIATO LUI) PER VEDERE SE RIESCO A FARLA PRIMA!
QUINDI COMUNQUE HO DECISO DI PROSEGUIRE IL DISCORSO CHE AVEVO LASCIATO SOSPESO CON LUI CIRCA 2 ANNI Fà!

SPERO CHE IN QUALCHE MODO LA SITUAZIONE SI RISOLVERA' DEFINITIVAMENTE, VI AGGIORNERò SU EVENTUALI SVILUPPI!

GRAZIE DELL'INTERESSE E DEI CONTRIBUTI CHE FINO AD ORA MI AVETE FORNITO!



[#9] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Caro utente, rispondo nuovamente solo per chiarirLe la situazione a Sx. Il vuoto che vede è dovuto proprio al permanere del dente deciduo con sottocclusione per mancata crescita verticale della cresta alveolare. Praticamente la linea occlusale superiore è quasi rettilinea mentre l'inveriore è concava.
penso abbia fatto la scelta giusta!
[#10] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2007

Salve,
vi scrivo per aggiornarvi, in quanto ho effettuato Risonanza Magnetica DEL massiccio Facciale, in data 19/02/2008 col seguete referto:

"ESAME ESEGUITO CON SEQUENZE GRE T2*- dipendenti, ORIENTATE SECONDO PIANI SAGITTALI OBLIQUI, IN POSIZIONE DI BOCCA CHIUSA E APERTA.

IN POSIZIONE DI BOCCA CHIUSA I DISCHI ARTICOLARI APPAIONO IN SEDE; A DX IL DISCO APPARE LIEVEMENTE ASSOTTIGLIATO, CON DISOMOGENEITà DEL TESSUTO RETRODISCALE.
DURANTE IL MOVIMENTO DI APERTURA DELLA BOCCA, VI è UNA NORMALE TRASLAZIONE ANTERIORE DEI CONDILI ED I MENISCHI VENGONO AD INTERPORSI FISIOLOGICAMENTE FRA EMINENZA ARTICOLARE E VERSANTE CEFALICO DEI CONDILI MANDIBOLARI".

insieme al referto c'è anche la radiografia, ho prenotato la visita col mio adontoiatra il 29 febbraio, ma di questo referto cosa ne pensate????????? volevo un vostro parere....grazie ancora!
[#11] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Significa che l'articolazione è normale, senza sostanziali lesioni anatomiche.
Significa anche che quando apre la bocca va tutto bene.
L'interpretazione di questi movimenti è tutta da valutare con il suo gnatologo.
Saluti
[#12] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2007

Allora vi aggiorno sulla situazione.

Ho portato dal mio odontoiatra la risonanza magnetica, lui ha letto il referto e poi, basandosi sulla radiografia e su un cd allegato alla risonanza magnetica mi ha detto che:

"non c'è da fare nulla, ho solo un problema e cioè quello dei lagamenti che si aprono più del normale...per questo mi ha detto che quando sbadiglio devo evitare di allargare troppo la bocca per nn rimanere bloccato...preoprio perchè questi legamenti si modifincano nel moviemento più di quanto dovrebbere. Inoltre, questa caratteristica dei miei legamenti, mi ha detto che la posso riscontrare anche in altre articolazioni...per esempio ginocchia (in effetti ogni volta che mi inginocchio anche le ginocchia schioccano...).
Quindi devo evitare di spalancare la bocca e se dovessi restare bloccato mi ha detto di andare dal prontio soccorso, che rilassando la muscolatura, mi sbloccano loro....ma!!!!!!
Inoltre, gli ho chiesto se questo fatto provocasse un disequilibrio a livello della simmetria del viso col passare del tempo, anche degli occhi, oppure come già ho una mascella più pronunciata dell'altra...ma mi ha detto di no e che il fatto di avere una mascella più pronunciata dell'altra, dipende dal fatto che il corpo utilizza di più o la parte destra o la parte sinistra...insomma mi ha detto che è normale anche quello!
Mi ha detto di continuare a usare il bite durante la notte!".

Me ne sono andato un po' perplesso...ora mi rivolgo ancora una volta a voi dottori...cosa ne pensate? ho pensato di fare visite da un chirurgo maxillo-facciale che ne pensate? oppure mi fermo quà...e convivo con questo problema...se di problema possiamo parlare, perchè sembra più una cosa fisiologica....e non patologica...?

...in attesa di una vostra risposta....vi saluto e ne approfitto per augurarvi una buona Pasqua!