Utente 224XXX
buongiorno, sono una ragazza di 26 anni, e fin da bambina soffro di placche alla gola con febbre. Nell'ultimo anno, mi sono venute ben tre volte, una ad aprile (con febbre) e ultimamente a fine settembre (dal 28set. al 2 ottobre) e tutt'ora (senza febbre); a settembre ho preso il solito antibiotico, che mi aveva prescritto il dottore di base (amoxicellina e acido clavulanico ratiopharm 875mg/125mg) sembrava fosse passato, ma ieri, mi sono rivenute le tonsille gonfie, e il dottore mi ha prescritto di fare un tampone faringeo. Stamattina l ho fatto alla asl di appartenenza, ma il risultato me lo danno lunedi 17 ottobre. la mia domanda è questa : posso prendere qualche medicina per alleviare il dolore?? ho anche un'altra domanda; si possono trasmettere le placche?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
219297

Cancellato nel 2011
Ha provato di fare delle sierodiagnosi per mononucleosi, sia per la forma da virus di Epstein Barr, che per quella da citomegalovirus. La presenza di un tampone positivo per germi batterici non esclude l'infezione virale, ma potrebbe indicare soltanto una sovrainfezione batterica. Osservi inoltre se le sue linfoghiandole sottomandibolari, laterocervicali, sotto ascellari, risultino ipertrofici, non è patognomonico per mononucleosi, ma può essere un indizio. Se il monotest, o meglio le sierodiagnosi fossero positive per EBV o citomegalovirus, l'uso di pennicilline sintetiche o cefalosporine è controindicato, l'eventuare sovra infezione batterica va combattuta con macrolidi. Naturalmente i miei, sono consigli spiccioli, dovrà seguire pedissequamente i consigli del suo medico, che ha avuto modo di viitarla e seguire l'evoluzione del processo morboso.