Utente 115XXX

Buongiorno,
Da qualche tempo ho una strana tosse secca, e parecchio fastidio al risveglio (occhi gonfi, prurito, bruciore, mi sento "ovattata").
Ho deciso di sottopormi a dei controlli allergologici, e sono andata dal mio medico di base che mi ha prescritto delle analisi di controllo e la visita allergologica.
ho già fatto il prelievo, e la settimana prossima ho appuntamento dall'allergologo, ma volevo capire se il solo valore delle IgE totali, unite a quelli di "routine" (emocromocitometrico, esame chimico fisico urine, ferro, glucosio, ggt, creatinina, got, gpt) possono costituire una "base" per una prima visita allergologica.

Come si svolge generalmente questo tipo di controllo? La mia curiosità nasce dal fatto che non l'ho mai fatto e vorrei capire almeno in linea generica quali siano le diverse tappe da seguire, e se ci sono dei consigli preliminari per agevolare lo specialista nel primo controllo (es. il medico di base non mi ha prescritto il prick test, non è necessario?)

vi ringrazio in anticipo per le vostre risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buongiorno.
A proposito del Suo quesito, sono in attesa dell'approvazione di un articolo "Minforma" che tratta proprio della preparazione alla visita allergologica.
Il prick test viene eseguito generalmente nel corso della visita stessa. Il dosaggio delle IgE totali e gli esami di routine costituiscono ulteriori elementi utili alla valutazione, sebbene non siano strettamente necessari.
La visita consiste nell'indagine anamnestica, nell'esame obiettivo e nell'esecuzione dei prick test; di solito è possibile effettuare anche la spirometria.
Per ottenere risultati attendibili dall'esecuzione del prick (test di primo livello in casi come il suo) non si devono assumere antistaminici per almeno 5-7 giorni.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 115XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dr Marchi,
grazie per la sua risposta.
approfitto della sua gentilezza per chiederle se secondo lei è opportuno chiedere al mio medico di base una ricetta rossa per il prick test preventivamente (devo fare tutto sotto ticket) oppure attendere il parere dell'allergologo che mi visiterà.

ps. Leggerò con molta curiosità il suo articolo.
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Prego.
Può farsi fare una ricetta unica per visita allergologica e test (il medico può anche modificare quella già emessa, controfirmando la variazione).
Saluti,
[#4] dopo  
156628

Cancellato nel 2015