Utente 221XXX
Ho letto le risposte precedenti sulle varie reazioni, volevo sapere a cosa potrei essere allergica dal momento che ho reazioni che a me sembrano allergiche non soltanto assumendo alcool, ma anche se viene usato qualche detergente a base alcolica, se qualcuno si pulisce la mani con Amuchina vicino a me, se utilizzo bagnoschiuma anche con basso contenuto alcolico mi copro di macchie tipo orticaria e se non riesco a mandare giù niente che contenga alcool (dai mucolitici, alle torte e l sorbetto, se si è incerti sulla presenza o meno dell'alcool in qualcosa, basta farlo assaggiare a me!).
La mia reazione di solito è istantanea, come sento l'alcool mi si abbassa la pressione, sudo freddo, mi manca l'aria e mi si chiude lo stomaco... non sono mai svenuta, ma mi intontolisco parecchio. ln genere se mi allontano e bevo molta acqua mi sento meglio, ma mi rimane il bruciore di stomaco per un paio di giorni.
Ho pensato che fosse l'alcool perchè è l'unica cosa che hanno in comune le sostanze che mi danno fastidio, perchè basta aspettare che sia evaporato l'alcool e io non ho più alcun tipo di reazione e perchè l'unica volta che ho assaggiato il vino il sapore mi è piaciuto ma mi si è comunque chiusa la gola. E' possibile che sia ipersensibile? Ci sono altre sostanze che potrebbero accomunare tutto ciò che mi da queste reazioni? Gli additivi dell'alcool che possono dare allergie e intolleranze sono gli stessi nella cucina e nei detergenti?
Grazie per l'attenzione e scusi se mi dilungo quando scrivo!
Distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buonasera.
Alcuni soggetti giungono erroneamente all'attenzione dell'allergologo perché ritengono di trovare una relazione tra particolari esposizioni e disturbi (comunque nel Suo caso piuttosto aspecifici e riferibili in prima ipotesi a un disturbo d'ansia). Considerato che tale associazione potrebbe comunque realizzarsi in modo diverso (es. un alimento "sottovalutato") o che possa costruirsi sulla base di una effettiva ipersensibilità "generica" (non allergica), e che una diagnosi di area psichiatrica dovrebbe essere sostenuta dopo avere escluso cause organiche, servirebbero ulteriori elementi di sostegno all'esclusione un fatto allergico (ad esempio il semplice prick test).
Saluti,