Utente 486XXX
salve,scrivo per avere dei chiarimenti in merito questo virus che affligge me e il mio ragazzo da ormai più di un anno.premetto che entrambi siamo in cura in una struttura specializzata:io sono stata sottoposta a conizzazione a marzo e il primo pap test di controllo è risultato negativo,sebbene sia stata riscontrata la presenza di un condiloma anale che dovrò far asportare(la crema "aldara"non ha avuto nessuna efficacia,sebbene sia di piccole dimensioni).mi è stato inoltre consigliato di fare ulteriori controlli per escludere l'eventualità di un contagio a livello orale e/o anale.il mio ragazzo,dal canto suo,da un anno sta andando a farsi "bruciare" un condiloma sulla punta del pene,ma oggi gli hanno riscontrato la presenza di un altro condiloma alla base del pene e gli hanno consigliato di evitare i rapporti sessuali almeno fino al prossimo controllo (ci va ogni 20 giorni circa).
il motivo che mi spinge a richiedere un consulto è che, sebbene mi senta seguita come si deve da parte della struttura in questione, ci sono alcuni punti che non mi sono chiari in merito al decorso di questa "fastidiosa" malattia, che incide non poco sull'intimità del rapporto di coppia: sarà mai possibile per me e il mio partner avere rapporti sessuali (anche orali) senza l'uso del preservativo? o correremo sempre il rischio di infettarci a vicenda?
mi hanno detto che dal papillomavirus non si guarisce,cioè che il nostro sistema immunitario può diciamo assopire il virus,ma che rimarremo sempre infetti. questo vuol dire che non avremo mai un HPV test dal risultato negativo?
non è facile vivere un rapporto di coppia in cui bisogna sempre stare attenti a non toccarsi, per questo quello che vorrei sapere è se esiste una fine a tutto questo, anche se il percorso è lungo. ora ci hanno detto di astenerci addirittura dai rapporti, che erano già abbastanza limitanti.. siamo una coppia giovane e, sebbene siamo disposti a fare qualunque cosa per guarire, seguendo tutto quello che ci indicano i medici, non è facile affrontare tutto questo, soprattutto quando i tempi sono così lunghi e non sembra arrivare mai la fine (anzi, quando sembra di essere quasi quasi in dirittura d'arrivo ne "spunta" una nuova, nel vero senso della parola!).tutto questo è davvero frustrante.
non cerco false speranze, ma soltanto di capire realisticamente cosa ci aspetta. non è per sentirmi dire che possiamo avere rapporti che vi scrivo (oramai siamo disposti a tutto pur di uscirne), quanto piuttosto per capire quali sono i risultati che possiamo aspettarci in futuro, se tutto va come deve andare.
vi ringrazio per la cortese attenzione.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissimi,

Quando sarete guariti sara' possibile avere rapporti liberi. Anche il test potrebbe divenire in futuro negativo ma questa e' un'altra storia:

Leggete se vorrà il mio articolo su questo tema:

http://www.medicitalia.it/minforma/dermatologia-e-venereologia/602-fa-hpv-uomo-donna.html

Saluti