Utente 192XXX
Gentili medici,
chiedo un consulto per capire se è il caso o meno di preoccuparsi riguardo un problema che mi attanaglia da circa un mese.
Il problema riguarda la mia lingua. Da circa un mese presento questi sintomi:
- papille arrossate sulla parte anteriore della lingua (quindi sulla punta della lingua)
- patina bianca sulla parte posteriore della lingua
- bruciore (simile ad una scottatura da bevande calde) sulla punta della lingua.
Mi sono recata da un odontoiatra il quale sostiene che possa trattarsi di una glossite provocata da batteri o miceti. Ha pensato possa trattarsi, per esempio, di candida. A tal proposito mi ha effettuato un tampone linguale per la ricerca di batteri e miceti che ho portato ad analizzare e di cui avrò i risultati tra qualche giorno.
Premetto che sono molto spaventata, ho letto su internet che problemi di questo tipo possono essere connessi a tumori di tipo orale.
Inoltre, se si trattasse di candida, ho letto che è una patologia connessa spesso ai portatori di aids.
E' il caso che io esegua anche un test per HIV?
Se invece si trattasse di un'infezione di tipo batterica, dovrei preoccuparmi? Sarebbe curabile?
Potrebbe essere epatite?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Io farei una visita dermatologica anzitutto perché di glossiti ce ne sono molte e solo poche di queste infettive.

Saluti e nel frattempo come informazione generale, eviti cibi troppo caldi, acidi, alcol e spezie.
[#2] dopo  
Utente 192XXX

Iscritto dal 2011
Dottor Laino,
la ringrazio per la sua risposta. Dopo una settimana dalla comparsa di questi sintomi, ho effettuato una prima visita da un dermovenereologo il quale, limitandosi esclusivamente all'osservazione della lingua (senza effettuare eventuali analisi) mi ha detto trattarsi di glossite non infettiva, e mi ha prescritto una cura di tipo omeopatico che ho effettuato per 20 giorni. Purtroppo però non ho avuto segni di miglioramento, per cui mi sono rivolta ad un odontoiatra che sostiene,invece, si tratti di una glossite batterica o micotica, motivo per cui mi ha effettuato il tampone orale.
Cosa mi consiglia? Continuare ad essere seguita dall'odontoiatra ed aspettare i risultati del tampone, oppure rivolgermi ad un nuovo dermovenerologo?
Il mio timore è che possa trattarsi di tumore o di malattie quali sifilide o epatite.
A chi devo rivolgermi?
Grazie per l'attenzione
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

Come vede la diagnosi paventata non era infettiva.

Essendo un medico che professa la medicina tradizionale (quella che si studia sui libri) non so dirle nulla su ciò che non e' medicina secondo la convenzione.

Rilancio quindi la necessita' di rinnovare tale visita.
[#4] dopo  
Utente 192XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottor Laino,
ma una glossite (di tipo non infettivo) da cosa è generalmente scatenata?
E' vero che i tempi di guarigione da una glossite non infettiva sono molto lunghi?
Una glossite di tipo non infettivo è qualcosa di cui bisogna preoccuparsi?