Login | Registrati | Recupera password
0/0

I lati l'esame dimostra la presenza

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2008

    I lati l'esame dimostra la presenza

    Buonasera, il mio neurolo mi ha prescritto una RM encefalo perchè ogni tanto mi capita che quando sono nel letto ho dei capogiri strani, enon riesco più ad alzarmi, prima pensavo si trattasse di ansia e depressione, visto che per un lungo periodo ho vuto attacchi di panico curati con cipralex e xanax, da circa un 2 anni ho smesso con gli antidepressivi ma non con l'ansiolitico, continuo a prenderlo mattina e sera.Comunque per farla breve Le scrivo la diagnosi: Sono state eseguite sezioni su piani ortogonali dello spazio con sequenze T1 e T2 dipendenti. Esame RM eseguito in apparecchiatura da 1.5 T.
    In corrispondenza della sostanza bianca della regione frontale di entrambi i lati l'esame dimostra la presenza di alcune piccole aree di alterato segnale caratterizzate da una iperintensità nella sequenza T2 dipendente, che sono da riferire a piccole aree di gliosi parenchimale di significato aspecifico. Nella sequenza eseguita con tecnica di diffusione non si apprezzano alterazoni della diffusività molecolare dell'acqua. Non si osservano alterazioni del segnale parenchima nervoso nella sequenza G.E.T2 pesata riconducibili a depositi emosiderinici. Sono regolarmente rappresentati i grossi vasi della base cranica. Non si riconoscono alterazioni significative in corrispondenza delle cisterne dell'angolo ponto-cerebellare dove si apprezza un "loop" vascolare localizzato all'imbocco del condotto uditivo interno di entrambi i lati che configura un quadro di conflitto di grado 1 secondo la classificazione di Chavda. Nel frattempo il neurologo mi ha dato da prendere per 20 gg vertiserc 1 compressa dopo cena. Aspettando una Vs. cortese risposta ringrazio e saluto anticipatamente




  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 2491 Medico specialista in: Neurologia

    Risponde dal
    2007
    Gentile Utente,

    si dovrebbero visionare le immagini per dare un parere attendibile. Non dia importanza alle aree gliotiche riscontrate perchè non hanno significato patologico. Faccia vedere l'esame, oltre al neurologo, anche ad un otorino.

    Cordiali saluti


    Dr. Antonio Ferraloro

  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2008
    Egregio Dottore, grazie per la risposta. Ho già fatto la visita dall'otorino e anche lui mi ha detto di non preoccuparmi che non c'è niente di patologico. Mi ha spiegato che potrebbe essere:La patologia, conosciuta anche come "cupololitiasi, canalolitiasi" è determinata da un brusco distacco di piccole formazioni dette otoliti all'interno del labirinto, distacco che avviene per cause non ancora del tutto note anche se sono state formulate diverse ipotesi: disturbi della microcircolazione ematica, traumi cranici o cervicali, forme idiopatiche. Mi ha fatto una manovra, ma non ha riscontrato niente perchè l'episodio della vertigine mi era venuta circa un mese fa. Comunque mi vuole rivedere se mi capita un'altro episodio di vertigine, e mi ha assicurato che ricapitera', in breve tempo per fare un certo tipo di manovra. la ringrazio nuovamente per la sua sollecita risposta. distinti saluti




  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 2491 Medico specialista in: Neurologia

    Risponde dal
    2007
    Gentile Utente,

    è probabile che la diagnosi sia proprio quella dell'otorino, quindi nulla di preoccupante.

    Cordialmente


    Dr. Antonio Ferraloro

Discussioni Simili

  1. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 04/08/2011, 13:15
  2. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 03/01/2012, 00:17
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 18/01/2012, 16:47
  4. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 07/06/2011, 16:46
  5. Rmn
    in Neurologia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 02/06/2011, 15:39
ultima modifica:  14/10/2014 - 0,06        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896