Utente 531XXX
Buongiorno dottori.
Mi scuso anticipatamente per la domanda che sto per porvi,la quale per molte persone potrebbe sembrare anche stupida, ma a causa della scarsa informazione o errata reperibile; ritengo utile chiedere.
Dapprima specifico che sono un soggetto altamente ansioso che al primo sintomo pensa al peggio.
Quesito 1) La masturbazione:
La mia domanda è semplice.C'e qualche possibilità che una masturbazione eccessiva o rapporti eccessivi (anche 1 al giorno per molto tempo) possa causare problemi-infezioni o altro all'apparato genitale e organi correlati a lungo andare?
Quesito 2)Irritazione Glande
A volte mi succede (qualche volta l'anno e come in questi gironi) che dopo masturbazione il glande si presenti irritato ,ovvero arrosato specialmente nella parte bassa , e anche la pelle che lo ricopre arrossata.Inoltre presento un leggero bruciore-prurito alle zone descritte e a volte anche fastidi sempre in tali zone.Voglio precisare che non ho avuto rapporti sessuali nei mesi scorsi e che NON presento bruciore durante la minzione. Il mio medico di base mi ha consigliato il farmaco Pevaryl 2 volte al di, perchè secondo lui potrebbe essere infezione da candida.
-è possibile(anche senza rapporti sessuali )contrarla?
-è possibile che questo problema sia in qualche modo collegato alla domanda 1 (eccessiva attività di masturbazione)?
Vi ringrazio per la cortesia e la pazienza che mostrate verso chi cerca delle risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

nel primo quesito, tra masturbazione e rapporti sessuali ce ne passa, anche dal punto di vista infettivo.

per il resto, sappia che il pene può essere soggetto a qualsiasi tipo di infezioni, irritazioni, allergie et cetera.

La candidosi può essere autoinoculata (quindi senza rapporti sessuali) per vari motivi, (dismetabolismi, dislipidemie, terapie antibiotiche, infiammazioni)

quindi riassumendo e non potendo escludere nulla dalla sue domande direti che tutto quello che ci chiede è possibile; il consiglio quindi è quello di determinarsi con lo specialista Venereologo, se ancora non l'ha fatto nella sua vita per un check-up di controllo.


cari saluti
Dott. Luigi Laino
Ricercatore Dermatologo e Venereologo
Malattie Sessualmente Trasmissibili, ROMA
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

spesso una attività sessuale ( rapporti o automanipolazioni) eccessivamente frequente può determinare uno stato di "irritazione" della cute prepuziale o della mucosa del glande senza necessariamente arrivare a patologie.
Provi a limitare la attività e si faccia rivedere, ancora dal suo medico che valuterà a chi far eventualmente riferimento
cari saluti