Utente 174XXX
io sono andata a controllo dal mio chirurgo la diagnosi
asse venoso iliaco-femorale e popliteo pervio al flusso in scarico sia fasico che accellerato con sistema valvolare normocontinente bilateralmente.Ostio safeno-femorale dx e vena grande safena dx pervi ed incontinenti 1 grado con MINIME varici lungo il decorso della vena safena interna E SUE COLLATERALI ESITI DAFENECTOMIA MAIOR SINISTRA ,ostio safeno -popliteo pervi e continenti bilateralmente vena piccola safena pervie con sistema valvolare normocontinente bilateralmente.
DIAGNOSI VARICOSITA' DELLE COLLATERALI INTERNE ALLA SAFAENA DX DA INSUFFICENZA DI 1 GRADO DELLA CROSS SAFENO FEMORALE VARICOSITA ALLA GAMBA SX.TERAPIA ELASTOCOMPRESSIONE CALO PONDERALLE PRIMA DELLA AFENECTOMIA MAIOR DX NEL CASO DI INTERVENTI CHIRURGICI PROFILLASSI CON CLEXANE 6000 CC E CALZE ELASTICHE CONTINUARE CON BLU NORM SENTIRE IL PRORPIO MEDICO AVENDO UN CICLO ABBONDANTE ASPIRINETTA 100 UNA A PRANZO SEMPRE
per lui non sono da operare ora ma da riveder tra un anno ora devo tornare dal ginecologo per effettuare rimozioni polipi e veder se <RIESCE A LIMARE> IL FIBROMA CHE MI CAUSA EMMORARGIE
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
una indicazione chirurgica va posta inevitabilmente tenendo conto non solo dei rilievi strumentali (ecocolordoppler) ma anche del quadro clinico nel suo insieme, tenuto conto delle manifestazioni obiettive (varici) e soggettive (sintomi), nonché delle condizioni generali e dell'habitus costituzionale del paziente.
Fatta questa premessa va considerato che l'obesità potrebbe essere un fattore fortemente condizionante la scelta sia per quanto attiene la sintomatologia che per quanto riguarda la scelta del se e come operare.
Altre considerazioni vanno fatte sulla condizione di menorragia di cui è portatrice, che potrebbe interferire con la necessità molto probabile nel suo caso di una profilassi tromboembolica con anticoagulanti.
L'acido acetilsalicilico (Aspirinetta), se non prescritto per altre affezioni concomitanti, non avrebbe indicazioni in ambito flebologico.