Utente 188XXX
Buon giorno dottore/i, ho 45 anni sono alto 197 cm peso 105 kg. ed ho il seguente problema. Circa 1 anno fà ho scoperto che i valori della mia pressione arteriosa erano ballerini mi spiego andavano da valori normali 120/130 su 75/80 a valori 140/145 su 85/90. Dopo una visita dal cardiologo che eseguiva un ECG e mi misurava la PA che risultava 145/90 lo stesso mi dava una cura a base di Lobivon 1 compressa la mattina e Coaprovel 300/25mg. Iniziavo la cura e sempre sotto cura( 5 mesi dopo ) decidevo di andare da un altro cardiologo perchè non volevo a 44 anni essere costretto a prendere già pastiglie per la pressione.
Al 2° cardiologo raccontai il perchè della richiesta di visita, e lui mi fece ECG, Ecocuore, mi guardo in profondità gli occhi e mi misurò la pressione che trovò 140/90. Mi disse che secondo lui dalle visite fatte non potevo essere iperteso in quanto era tutto a posto, e decise di sospendere gradualmente la somministrazione dei farmaci.
Da Aprile comunque continuai a controllarmi la pressione con un rilevatore automatico di pressione a braccio, e i valori posso dire che salvo in rarissime volte ( 135/142 su 85/92 ) sono stati tutti compresi tra 127/137 su 78/85 con frequenza 68/85.
Però è da 3/4 gg che i mie valori sono i seguenti 135/148 su 88/98 con frequenza 70/92. In questi momenti avverto sensazione di calore al viso e orecchie e senso di agitazione interna. Può essere correlato allo sbalzo pressorio?
Tenendo presente che svolgo attività fisica 2 volte a settimana per 1 ora (nuoto), sono un ex fumatore ho smesso da 14 anni, non eccedo nello speziato e nel alcolico, bevo quotidianamente 2-3 lt di acqua al gg., sono un tipo abbastanza ansioso e pure parecchio stressato, oggi contatterò di nuovo il cardiologo, ma nel frattempo volevo saper da voi da cosa può essere portato questo alternarsi dei valori pressori.
Certo di un vostro celere riscontro l'occasione è gradita per porgere rispettosi saluti e i complimenti per il lavoro e ol supporto che date a noi tutti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Una persona con i suoi valori pressori - per quanto "ballerini" come dice lei , con il suo peso ha indicazione ad una terapia anti-ipertensiva. Tenga presente che in assenza di altri fattori di rischio, quindi anche il sovrappeso) i valori pressori non dovrebbero superare i 12575 mmHg.
E' chiaro che se riuscisse a perdere alcuni chili e' possibile che tali valori potrebbero diminuire al punto di non richiedere piu' una terapia farmacologica.
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
Secondo lei quanti chili dovrei perdere? Un' anno fa pesavo 114 ora sono sceso di 9 ma mi sono ripromesso che devo scendere sotto i 100. ( 94/96 )
Volevo sapere se esiste la risposta del perchè tra aprile e settembre la mia pressione era diciamo entro i limiti, e adesso con i primi freddi torna ad essere " ballerina ".
Il cardiologo stamani mi ha detto di controllare e registrare per 3 settimane la pressione, e se i valori continueranno ad essere fuori, sicuramente dopo avermi messo l'holter pressorio provvederà a farmi assumere dei farmaci almeno per il periodo invernale, finito tale periodo si vedrà se continuare,dimezzare o sospendere il trattamento. Può essere che ho bisogno di terapia solo d'inverno?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La vasocostrizione legata al freddo invernale certamente influenza i valori pressori. Tenga comunque presente che i farmaci anti-ipertensivi non solo riducono i valori pressori ma, specie quelli di ultima generazione, proteggono i vasii arteriosi, i reni ed il cuore stesso. Quindi conviene assumerli continuativamente.
cordialita'
cecchini