Utente 915XXX
Buona sera, ho un bambino di 7 anni che da luglio ogni tanto dice di sentire un battito forte. Questo gli capita ogni tanto a riposo, ad es poco fa era a tavola che cenava e mi ha detto di aver sentito il cuore che ha battuto forte. A maggio ha fatto la visita medico sportiva (ma nn aveva mai accusato questa cosa) e gli è stato rilasciato regolare certificato medico. Dato il verificarsi di questi eventi mi sono rivolta al pediatra il quale ha voluto vedere copia dell'ecg e mi ha detto di fare un controllo da uno specialista. L'ho portato da un cardiologo che ha ripetuto ecg e gli ha fatto un eco. Il Medico ha detto che era tutto ok, di provare solo a sentire il suo polso quando gli si verificava l'evento per sentire se fosse aritmico, tachicardico o se avesse delle extras. Oggi ha detto di aver avuto questo battito forte a scuola e questa sera a cena ma nn sono riuscito a sentire nulla.
Vorrei sapere se secondo voi debba effettuare altri contolli come holter (consigliato da un medico della med. sportiva) dato che la pediatra sembra essere un poco "spaesata". Inoltre vorrei sapere se puo continuare a fare sport (calcio e nuoto) o aspettare altri controlli. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
se in famiglia avete storia di parenti con patologie aritmiche o di morte improvvisa (spero ovviamnete di no!) in età giovanile, e se il bambino presentasse più volte crisi di tachicardia, sarebbe giusto effettuare almeno un esame Holter. Allo stato, tuttavia, vista la sporadicità degli eventi, può sicuramente trattarsi di fenomeni benigni privi di una importanza clinica.
Saluti