Utente 981XXX
Buonasera,
ho avuto episodio da 2 settimane per la prima volta di dolori alla schiena, sotto la scapola sinistra, quasi come una pugnalata. Tanto da costringermi ad andare al pronto soccorso. Mi hanno calmato il dolore con una puntura di miorilassante e antinfiammatorio.
A distanza di due giorni, nonostante i farmaci (flexiban ecc..) sono rimasta nuovamente bloccata con dolori fortissimi sempre al lato sinistro. Non ho fatto particolari sforzi, non sto praticando sport purtroppo (dieci anni fa invece svolgevo attività sportiva agonistica di pallavolo e tennis).
L’ortopedico mi ha prescritto collare diagnosticato cervico brachialgia sinistra e dorsalgia sinistra.
Prescritto Patrol e altri miorilassanti che però mi provocavano tachicardia e sonnolenza a seconda dei casi.
Nel frattempo ho effettuato raggi e risonanze.
I raggi alla colonna cervicale sembrano ok anche se riportano: Minima riduzione di ampiezza dello spazio C5-C6 con iniziale appuntimento spondilosico dello spigolo inferiore di C5.
Risonanza cervicale ok mentre risonanza toracica riporta il seguente esito:
conservata la cifosi toraica con somi normo-allineati, caratterizzati da discrete manifestazioni degenerative spondilo-artrosiche più evidenti nel tratto dorsale medio. In particolare D6 e D7 e D8 e D9 sono presenti delle protrusioni disco- osteofito siche che cancellano lo spazio liquorale perimidollare anteriore, improntando la superficie del midollo. Quella in D6-D7 si configura come una piccola focalità erniaria con possibile becco osteofitosico d’accompagnamento. Il diametro del canale rachideo rimane nei limiti della norma. Da D6 a D10 gli spazi intersomatici sono assottigliati e i dischi disidratati. Non sono evidenti alterazioni di segnale del midollo. Il cono midollare termina a livello di D12- L1.

Cosa devo fare? Ora ho ancora doloretti ma non sto prendendo farmaci, che terapia dovrò seguire? Serve il collare? Lo sport mi potrebbe aiutare? Cosa devo evitare?

Grazie per l’attenzione
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Portolano
24% attività
4% attualità
12% socialità
CAVALESE (TN)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Gentile Signora,
la sua sintomatologia, ed il quadro descritto in risonanza, (le "protrusioni"), sono legate ad una artrosi diffusa alla colonna dorsale, in particolare nel tratto centrale (dove Lei accusa il dolore) a livello del quale ci sono - appunto ò le protrusioni, che sono delle sporgenze dei disco intervertebrale (non ancora delle ernie) che vanno a schiacciare in parte sul midollo o sui nervi che da questo originano, provocando il dolore.

quanto alla terapia, Le consiglio di rovlgersi ad un ortopedico e/o un fisiatra, che la sapranno indirazzare con maggior precisione.
In linea generale, Le posso dire che il collare verosimilmente dovrebbe dare poco beneficio, e che attività fisica condotta con intelligenza (senza strafare) sicuramente Le gioverà.

Cordialmente