Utente 215XXX
Sono un italiano e mi sono innamorato di una ragazza che vive in un campo ROM ed io sono andato a vivere in questo campo insieme a lei. Loro non vanno mai in ospedale per nessuna cosa, hanno tutta un'altra cultura rispetto a noi. Un'amica della mia ragazza era in dolce attesa e le sono prese i dolori premettendo anche il fatto che non ha mai fatto analisi, ecografie, niente di niente e infatti non sapeva neanche quale fosse il sesso del nascituro. Mi hanno chiesto di farla partorire visto che una volta sono entrato quando ha partorito mia moglie in ospedale ma non è la stessa cosa secondo me. Comunque l'ho fatta distendere e mi sono messo davanti a lei, Suo marito dopo un pò che lei spingeva e si cominciava a vedere qualcosa, si è messo seduto sopra la sua pancia un pò violentemente e la placenta credo fosse misto a parecchio sangue mi sono schizzati in faccia e siccome ero ad occhi aperti, il sangue è entrato ed ho provato un forte bruciore. Anche in bocca mi è andato il suo sangue, dato che era talmente tanto, io ho la gengivite e le gengive sono sempre sanguinanti, non sò se possa essere considerata come una porta d'ingresso. Inoltre mentre la facevo partorire mi ero fatto nel frattempo una ferita da punti per cercare di stenderla il piu in fretta possibile, non mi ero accorto di una lamina arrugginita lì per terra ma non ci ho pensato dato che farla partorire in quel momento era piu importante e quindi non ci ho messo neanche un fazzoletto sopra la ferita. Quando è schizzato il sangue in quantità abbondante, mi è andato a finire anche sulla mia ferita da punti, e questa ferita per un istante ha toccato anche la sua mucosa genitale che mi ha un pò sporcato mentre cercavo di tirare fuori la testa del bambino. Comunuqe non sò come abbia fatto ma è andato tutto bene e la bimba sta benissimo. Al pronto soccorso capirete che non ho potuto dire il vero motivo della mia ferita da punti, è per questo che amo questo sito dato che è anonimo e posso esporvi questo mio dubbio. Ho chiamato anche un numero verde dell'istituto superiore di sanità dove anche lì mi hanno assicurato l'anonimato. Ho raccontato questo stesso episodio all'esperto con cui ho parlato. Mi ha assicurato che le malattie sessualmente trasmissibili non le ho potute contrarre in questo modo anche se il rischio biologico potrebbe essere presente e tra queste malattie mi ha detto assolutamente non ho rischiato l'epatite B, la C o l'hiv perchè questo non è il modo di trasmissione di questi tipi di malattie. Piuttosto dato che non sono vaccinato per il tetano mi ha detto di andare di corsa dal mio medico curante per fare subito un'iniezione.
Le mie domande sono due: secondo voi ho rischiato alcuna patologia soprattutto le epatiti B e C e l'hiv, la clamidia ecc? se si o se no, vorrei sapere il motivo se possibile dato che non mi è sato spiegato dall'esperto in questione.
Il vaccino antitetanica istantaneo è rischioso ai fini hiv? O si tratta di estratti vegetali?
Spero mi rispondiate nonostante abbia fatto una cosa contraria alla morale, ma l'avrei dovuta portare in ospedale a forza, infatti la mia ex moglie ha partorito in ospedale com'è giusto che sia. Buonissimo lavoro.
[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
Il comportamento messo in atto da lei è comunque a rischio in quanto le sue mucose (bocca, occhi, ferita alla mano) sono venute in contatto con dei liquidi biologici. Non sono frequenti le trasmissioni di malattie infettive attraverso queste modalità ma per stare del tutto tranquillo considerato che non è a conoscenza di eventuali malattie di cui la donna potrebbe essere come potrebbe non esserlo portatrice è necessario eseguire esami specifici rivolgendosi presso un centro di malattie infettive.