Utente 493XXX
Salve sono un ragazzo di 27 anni,l'altra sera mentre andavo a letto ho avvertito dei dolori al petto nella parte superiore sinistra,ma non proccupandomi andai a letto comunque nella convinzione che sarebbero passati, ma durante la notte avvertii dei dolori anche al braccio sinistro e più precisamente all'interno dell'avambraccio e iniziai a preoccuparmi anche perchè avevo come la sensazione di non respirare bene, anche se facendo una piccola precisazione,sono anche raffreddato,ma avverivo come un'oppressione nella parte superiore del petto e avvolte come un bruciore.In mattinata dato che i dolori non accennavano a passare mi recai al pronto soccorso dove mi praticarono un'elettrocardiogramma che risultò nella norma e mi misurarono la pressione che era 120/80 e mi dissero che era un forma di ansia e che dovevo star tranquillo.Ora sono passati due giorni e i dolori nn migliorano anche se vanno e vengono non sono costanti ma ho sempre la sensazione di oppressione a livello del petto e ora anche sotto la gola sempre nella parte sinistra avverto dei fastidi.Cosa puo' essere e cosa mi consigliate di fare?Sono un ragazzo un po' ansoso lo riconosco ma questa situazione non mi piace,cosa puo' essere?Vi ringrazio per l'attenzione e attendo vostre deluicidazioni.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Rodolfo Rivera
24% attività
8% attualità
0% socialità
MONZA (MB)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Gentile Utente
La sintomatologia che lei descrive potrebbe essere ascrivibili a numerosi disturbi, compresso lo stato d’ansia. Tuttavia, e nonostante la sua età, consiglierei di recarsi da uno specialista per approfondire con accertamenti più specifici e in un modo più appropriato rispetto ad un pronto soccorso.
A Sua disposizione.

Dr. Rodolfo RIVERA
[#2] dopo  
Utente 493XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio per la risposta e ascoltando il suo consiglio mi sono recato da uno specialista in cardiologia dove mi ha riscontrato le seguenti situazioni:
- Ritmo sinusale a 67/min.Tracciato nei limiti della norma;
- Ecocardiogramma 2D-doppler nei limiti della norma;
- Toni ritmici validi (obiettività cardiaca);
- M.v. diffuso (obiettività polmonare);
Conclusioni:non segni di cardiopatia in atto.
Cosa ne pensate?
[#3] dopo  
Dr. Davide Ventre
40% attività
8% attualità
16% socialità
SONCINO (CR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Salve,
le rispondo in qualità di Medico Frequentatore di un reparto di cardiologia.
Se i dolori o fastidi al petto persistono tuttora direi che, il dott. Rivera potrà confermare, manca solo un Holter delle 24 ore, per vedere come si comporta il cuore dal punto di vista elettrico durante le crisi algiche.
Se, come penso, sarà negativo, allora il trattamento del suo problema si sposterà in asse psichiatrica, per la cura del disturbo d'ansia che si manifesta con questa somatizzazione "cardiaca".
Ci faccia sapere.