Utente 682XXX
Gentilissimi dottori ho dei dolori continui e nei movimento alla mano e soprattutto al primo dito. Il dolore e soprattutto quando uso il dito. Il medico mi ha fatto eseguire un rx. con questi risultati,
dalla proiezione mirata al primo dito, sembra apprezzarsi con l limiti dovuti al sovrapporsi delle parti molli, un'areola di osteorarefazione al 3 distale diafisario del primo metacarpo di circa 1 cm.,compatibile in prima ipotesi con cisti ossea. Minimi apetti di sublussazione dell'articolazione metacarpo falangea del primo raggio. Aspetto dismorfico del tubercolo unguale del 2 dito ( possibile esiti traumatici) tono calcico ridotto. Gentilissimi dottori mi spiegate per favore cosa significa e cosa mi consigliate. grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Al pollice possono essere presenti gli esiti della precedente lesione del leg. collaterale.
Occorre capire bene l'origine dell'area di rarefazione dell'osso: la radiografia non consente una diagnosi perché le parti molli (muscoli e cute) si sovrappongono all'area. Si rilevano anche gli esiti di una possibile contusione alla falange ungueale del 2° dito, e una riduzione della calcificazione delle ossa della mano.
Le radiografie, come tutti gli accertamenti radiografici, servono per confermare o escludere un'ipotesi diagnostica o per approfondire una diagnosi già effettuata. Da sè sole (e ancor meno il solo referto) non consentono di fare diagnosi né di conseguenza suggerire cosa fare.
L'unica cosa possibile è consigliarLe di rivolgersi a un ortopedico esperto in Patologie della Mano. Può trovare qui http://www.sicm.it/soci_ita.html gli Specialisti della Sua regione, anche se limitatamente a quelli iscritti alla Società, con indicate anche le strutture pubbliche presso le quali lavorano. Lo specialista dopo averLa interrogata e visitata e dopo aver visto le rx sarà in grado di contestualizzare il quadro rx con quello clinico e/o di consigliare gli accertamenti opportuni
Ci tenga aggiornati, se vuole
Cordiali saluti