Utente 520XXX
Mia moglie di età 43 anni gli è stato diagnosticato causalmente un adenomacalcinoma al lobo superiore sx di dimensioni cm. uno, fatta broncoscopia risultato negativo, invece con agoaspirato risultato (adenomacarcinoma) la mia domanda è: e operabile, e l'intervento è risolutivo del tutto garzie.
[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente
riterrei opportuno, prima di esprimere un parere, di eseguire una TC stadiativa (encefalo/tarace/addome) ed una scintigrafia ossea, al seguito della quali, se viene confermata la presenza di questo unico nodulo, l'approccio chirurgico è un'ottima arma, di solito risolutiva.
L'esame istologico (con lo stato linfonodale), di concerto con gli esami stadiativi comunque rimangono poi quelli utili a stabilire la prognosi.

Cordialmente
Dr Alessandro D'Angelo
[#2] dopo  
Prof. Filippo Alongi
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Concordo con il collega D'angelo.
Se non ci sono importanti comorbidità, cioè patologie che controindicano l'intervento, la chirugia rappresenta lo standard di massima efficacia per gli stadi iniziali. Infatti se gli esami strumentali di stadiazione dovessero indicare solo una lesione centimetrica (T1-T2, N0) la prognosi potrebbe essere buona con la sola operazione(previa tipizzazione istologica completa delle neoplasia).

Molto cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Paolo Macri'
28% attività
4% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2006
se la tc è negativa e la pet è negativa per lesioni a distanza l'operazione di lobectomia + dissezione linfonodale è lo standard.
cordiali saluti