Utente 104XXX
Buongiorno, un mio carissimo amico ha subito un intervento molto invasivo di asportazione di un carcinoma in bocca, che interessava la mandibola, la lingua, la guancia, l'occhio..Ora è stato dimesso dall'ospedale, è in attesa di radioterapia ma non riesce ad alimentarsi e nemmeno a bere. Stiamo cercando una struttura adeguata dove egli possa affrontare una riabilitazione per "imparare" a mangiare almeno cibi liquidi e a bere. Abita in provincia di Venezia, ma si può spostare in province vicine. Per cortesia potete consigliarmi a chi rivolgerci?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Paulli
24% attività
0% attualità
0% socialità
LEGNANO (MI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Buongiorno. Il quadro è abbastanza complesso, consiglio di rivolgersi comunque al reparto dove il paziente ha subito l'intervento. Utile in questi casi è il posizionamento di una canula transcutanea direttamente nello stomaco (PEG: gastrostomia percutanea) che aiuta nell'alimentazione il paziente bypassando il cavo orale ma non escludendolo comunque da eventuale ingestione di liquidi ecc; utile soprattutto in vista di una radioterapia orale/cervicale che come effetti collaterali peggiora lo stato orale.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2006
Buongiorno,
La ringrazio per la risposta, ci siamo già rivolti al reparto dove è stato operato, ma questo intervento riduce di molto la qualità della vita. Io ed altri amici pensavamo fosse possibile una riabilitazione, una specie di "logopedia" ma finalizzata a migliorare il modo di alimentarsi e soprattutto bere. Siamo consapevoli del fatto che la radioterapia peggiorerà la situazione,
per ora La ringraziamo, cordialità..