Utente 227XXX
Buongiorno, da ormai sei mesi, in concomitanza della perdita di mio padre, soffro di dolori discontinui e di vario genere al torace. A volte sono accompagnati anche da senso di confusione, come se gli occhi non mettessero a fuoco. Non essendo, o almeno credo, una persona suscettibile ne timorosa, in più occasioni mi sono recato al pronto soccorso, al quale dopo vari prelievi, radiografie e altro, mi hanno rassicurato che non dovrebbe trattarsi di nulla di cardiaco. Hanno presunto una probabile esofagite, ma confrontandomi con i sintomi descritti, non mi ci rivedo. Chiedo, nei limiti del possibile di avere qualche dritta o suggerimento a riguardo.
Ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti
A.C.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIBO VALENTIA (VV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Potrebbe descrivere la sintomatologia riferita al torace ?

Grazie
[#2] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2011
Egregio Dott. Cosentino, intanto la ringrazio per la celere risposta.
In questo momento che le scrivo ho i sintomi quindi mi risulta più semplice descriverli. Al lato destro e sinistro dello sterno (in alternanza) sento come delle fitte (come punto da spille). Il dolore (o meglio fastidio in quanto dolore lieve) parte dalla parte interna (sterno) e va verso la diagonale alta esterna. Il dolore che sento, avverto come se fosse tra le ossa toraciche e la pelle...tipo nei muscoli, comunque sia parte dalla bocca dello stomaco per irradiarsi fino a sfumare verso il punto esterno. Il malessere è continuo, senza distinzioni se ho mangiato o meno, se faccio sforzi o meno. L'unico momento in cui trovo sollievo è quando dormo, poi appena sveglio, alzandomi, il fastidio-dolore si alza con me. Oramai sono demoralizzato in quanto anche dopo averlo descritto al mio medico curante (di base) mi ha prescritto le compresse di Colonir...ma non c'entrano con i sintomi che avverto io. Mah...credo che l0unica soluzione sia quella di sperare di non ammalarsi mai...Ho dimenticato di dire che bevo alcolici (un bicchiere a pasto) e grappa dopo pranzo e sono fumatore medio (10 sigarette al giorno) e nonostante abbia seguito il consiglio del pronto soccorso di non fumare e bere per un periodo, le cose non sono cambiate, quindi ho ricominciato e per quanto possa essere una fatalità assurda contro ogni legge fisica e chimica, quando bevo i dolori si alleviano e a volte scompaiono (forse perchè l'alcol è un vasodilatatore)...mah...io so solo che sto male e non trovo rimedio...tutto qui. Perdoni l'aria da "pessimista cosmico" ma lo sto diventando in questo periodo. Spero che per quanto approssimativa e scarna, per di più a distanza, la mia descrizione possa aiutarla ad aiutarmi. Le auguro una splendida giornata. Grazie ancora. A.C.
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIBO VALENTIA (VV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Potrebbe trattarsi di una sindrome di Tietze (o sindrome costosternale, o costocondrite). Ossia di un'infiammazione delle articolazioni dello sterno.
Ne partli con un ortopedico.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille Dott. Cosentino, proverò a seguire il suo consiglio.
Cordiali saluti e buon lavoro
A.C.
[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIBO VALENTIA (VV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Mi aggiorni sull'evoluzione.

Auguri.