Utente 192XXX
Buonasera,

non richiedo questo consulto per me, ma per mia madre, giusto per avere qualche rassicurazione o in caso qualche consiglio.


Mia madre ha 54 anni, non fumatrice, normalmente buona pressione arteriosa, tranne sporadiche occasioni dove è stato riscontrato un non preoccupante aumento della stessa.

Da qualche giorno (ma non ricorda da quando, esattamente), dice di accusare di tanto in tanto delle improvvise palpitazioni dolorose. Afferma di sentire il cuore battere forte e farle male. A questo, sente connesso un improvviso calore che le sale fino alla testa.

Il medico di base ha parlato di possibilità di extrasistoli, anche se avendone sofferto (e soffrendone tutt'ora anche io) non mi ritrovo nei suoi sintomi.
Le ha prescritto un holter, esame che farà quanto prima.


Ovviamente la mia paura più grande è un attacco cardiaco o qualcosa di simile. Mi è stato detto che infarti e similari non danno avvisaglie tanto prolungate nel tempo ed è quello che spero.

Possiamo stare tranquille o conviene fare accertamenti d'urgenza?


Vi ringrazio per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
il consiglio più semplice è quello di praticare dapprima una semplice visita cardiologica con ECG per poi eventualmente effettuare un Holter cardiaco.
In linea generale poi, durante le "crisi", se fosse possibile sarebbe molto utile anche monitorare i livelli pressori. Non è detto, infine, che possa trattarsi di problemi legati alla tiroide o alla menopausa.
Saluti