Utente 179XXX
Egregio Dottore, faccio l'assistente domiciliare da oltre 20 anni, un lavoro molto pesante ke ha sicuramente anticipato il mio prossimo intervento di protesi d'anca dx (la sx la potrò fare dopo 6 mesi) sono molto preoccupata quando dovrò rientrare a lavoro..... dopo potrò alzare pesi senza ke le mie protesi ne risentano...e quale tutela ho? Io dovrò ritornare a fare quel lavoro senza fiatare se voglio lo stipendio x vivere. Tra pochi giorni ho la visita di invalidità civile x aggravamento (mi avevano riconosciuto il 25%)ma quale punteggio dovrei avere x essere tutelata e in cosa lo sarei???? Ho sentito altre persone con i miei stessi problemi che mi hanno anticipato che nn mi sarà riconosciuta una invalidità tale da aiutarmi, io ho 56 anni e voglio assolutamente lavorare ancora ma in sicurezza e mi sembra proprio una vera ingiustizia nn poterlo fare...sono in una cooperativa sociale e nn c'è possibilità di fare altro tipo di lavoro!!! grazie e cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Emanuele Caldarella
48% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile utente,

nell'attesa che un medico del lavoro o un medico legale risponda ai Suoi questiti sulla percentuale di invalidità e sulle tutele, io Le risponderò dal punto di vista chirurgico.

A guarigione completata il paziente portatore di protesi dell'anca può praticare pressoché qualunque tipo di attività lavorativa, anche lavori pesanti.
Essere portatori di una protesi dell'anca bilaterale, in assenza di altre patologie e in presenza di buona forma fisica è del tutto compatibile con la Sua professione di assistente domiciliare.

E' vero però che se per tornare ad una professione sedentaria possono bastare 30-45 giorni, per tornare a compiere lavori fisicamente impegnativi serve la guarigione completa dall'intervento, che avviene in genere a 6 mesi dall'intervento. Se però Lei dopo 6 mesi dovrà fare l'altro lato, starà in tutto lontana dal lavoro circa un anno.

Se Lei è in buona salute, il Suo potrebbe essere un caso in cui varrebbe la pena di considerare di operare entrambe le anche contemporaneamente, cosa fattibile nei grandi centri di chirurgia dell'anca. Le segnalo un articolo su questo tema.

http://www.medicitalia.it/minforma/ortopedia/730-protesi-anca-bilaterale-contemporanea.html

Distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 179XXX

Iscritto dal 2010
Egregio Dottore mi spiace ma sono così agitata ke ho pensato subito a lei ke è lo specialista dell'anca, mia figlia di 28anni ha da tempo dolore ai trocanteri ha fatto i rx e questo è il risultato " Note di coxatrosi bilaterale Iniziale sclerosi delle rime articolari delle sacroiliache" ... Dottore mi dica a mia figlia verrà la mia stessa cosa????Avrà bisigno di protesi d'anca??? Grazie e attendo con ansia la sua risposta Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Emanuele Caldarella
48% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile signora,

il dolore ai trocanteri potrebbe non essere affatto legato alle anche, ma questo va valutato attentamente con una visita, in maniera da capire se Sua figlia sia predisposta o meno alla coxartrosi.

Distinti saluti
[#4] dopo  
Utente 179XXX

Iscritto dal 2010
Egregio Dottore la ringrazio e farò come lei dice, le porgo cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 179XXX

Iscritto dal 2010
egregio Dottore stamattina sono andata anke dal mio medico ke ha prescritto a mia figlia ma anke x me esami del sangue da fare in reumatologia x verificare l'esclusione di malattie autoimmuni, sia mia figlia ke io abbiamo la fibromialgia e la ipotiroidite poi anke mia sorella ha lo sjogren. Poi appena avuti i risultati di questi e anche degli altri esami torneremo dall'ortopedico ke ha già visto mia figlia (mi ero dimenticata di scriverlo) e ke voleva qst accertamenti prima di prendere decisioni riguardo alla trocanterite. Si è parlato di infiltrazioni....sono di cortisone o di altro???Il mio medico è un pò contrario x gli effetti nel tempo.E lei Dottore cose ne pensa delle infiltrazioni???Ha qualche consiglio da darmi?? La ringrazio di nuovo e Le porgo cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Emanuele Caldarella
48% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Non ho una posizione "manicheista" nei confronti delle infiltrazioni IN GENERALE.
Ci sono infiltrazioni e infiltrazioni, alcune di cortisone, altre di altri farmaci, alcune bursali, o peritendinee, o articolari, etc...

Lei mi chiede cosa penso delle infiltrazioni... è come se mi chiedesse cosa penso della pastasciutta:

dipende! potrebbero piacermi gli spaghetti alle vongole, ma potrei odiare le trofie al pesto....
o magari, quegli spaghetti alle vongole che uno tanto ama a cena, mai e poi mai li mangerebbe a colazione...

Per prima cosa si giunge ad una diagnosi. Poi si stabilisce quale sia la terapia corretta, e se infiltrazione deve essere, si potrà esprimere un pare sul caso specifico.

Distinti saluti
[#7] dopo  
Utente 179XXX

Iscritto dal 2010
Egregio Dottore, grazie x la sua simpatia adesso ho capito bene ke ci sono vari tipi di infiltrazioni(qst nn lo sapevo), attendiamo gli esiti degli esami e poi porteremo tutto all'ortopedico ke ha visitato mia figlia..La terrò informata, ringrazio di nuovo e porgo cordiali saluti