Utente 128XXX
Salve,

volevo sapere le caratteristiche e la persistenza delle linfoadenomegalie nell'infezione da EBV, presento linfonodi ingrossati in sede sottomandibolare e sovraclaveare bilateralmente da qualche mese, riscontrata positività IgG per EBV un mese fa, le linfoadenomegalie non sono dolenti nè dolorabili, controllate ecograficamente circa un mese fa, i linfonodi più grandi presentavano lunghezza di 3,4 cm, quelli sovraclaveari sono invece molto più piccoli, mi sono recata da un ematologo che visitandomi mi ha confermato l'aspetto reattivo. Tuttavia il persistere delle tumefazioni inizia a darmi preoccupazione e vorrei sapere come fare per avere una diagnosi precisa.

Tampone faringeo negativo.

Risultati esami eseguiti in data 27/09/11
(riporto valori significativi o comunque asteriscati):

ALFA1 5,6 (2,9-4,9)

TAS 172 (FINO 145) NB: tampone faringeo eseguito successivamente negativo
PCR 3,6
ANTI-TOXO assenti
ANTI-CMV IgG: 1,60 IgM: assenti
ANTI-EBV IgG:7,6 IgM:0,1

EMOCROMO
GR: 3,97
EMATOCRITO 35,5
PIASTRINE 408 X 10^3
NEUTROFILI 43,2%
LINFOCITI 43,1%
BASOFILI 0,1 X 10^3

RARI LINFOCITI ATTIVATI


La prego di consigliarmi ulteriori esami che possano delucidare il quadro clinico. Per quanto riguarda HIV ho avuto rapporti a rischio ma con partner stabile, consiglia un test? Finora non l'ho fatto perchè sono passati meno di 6 mesi dal primo rapporto a rischio.

Ringrazio anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

quando i linfonodi si ingrossano, per una qualsiasi ragione infettiva, restano più o meno tali, possono sgonfiarsi un poco ma solitamente restano ingrossati; ciò è fisiologico.

Le IgM basse o negative associate a IgG positive indicano che l'infezione è passata.
Ha riportato un emocromo incompleto, perché mancano altri dati (tra cui emoglobina, ematocrito, volume globulare medio e la formula leucocitaria completa).

Non posso consigliarle ulteriori esami, in quanto gli esami devono essere prescritti solo avendo conoscenza del quadro clinico completo di anamnesi accurata e di visita medica.

Quanto alla domanda sul test HIV, non ho capito la sua frase "finora non l'ho fatto perchè sono passati meno di 6 mesi dal primo rapporto a rischio".
Può chiarire?

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 128XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille per la Sua gentile risposta,

con quella frase intendevo che il primo rapporto a rischio che ho avuto (prima usavo preservativo poi sono passata alla pillola, partner stabile) è avvenuto meno di 6 mesi fa, e sapevo che c'era un periodo finestra nel quale è quasi inutile fare il test HIV.

Le linfoadenomegalie persistono, il medico curante mi ha prescritto delle ulteriori analisi emocromo completo, funzionalità epatica e anche anticorpi antiTPO per controllare la tiroide, con TSH e T4, le andrò a fare in settimana.

Sono comunque rassenerata dal fatto che le tumefazioni fisiologicamente persistono, non avverto nessun altro sintomo particolare e spero siano solo paranoie inutili quelle che mi sto facendo.

Per quanto riguarda i valori mancanti che non ho riportato erano tutti nella norma, ho infatti riportato solo quelli asteriscati per rendere tutto più breve.

Cordiali saluti e grazie di nuovo!
[#3] dopo  
Utente 128XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille per la Sua gentile risposta,

con quella frase intendevo che il primo rapporto a rischio che ho avuto (prima usavo preservativo poi sono passata alla pillola, partner stabile) è avvenuto meno di 6 mesi fa, e sapevo che c'era un periodo finestra nel quale è quasi inutile fare il test HIV.

Le linfoadenomegalie persistono, il medico curante mi ha prescritto delle ulteriori analisi emocromo completo, funzionalità epatica e anche anticorpi antiTPO per controllare la tiroide, con TSH e T4, le andrò a fare in settimana.

Sono comunque rassenerata dal fatto che le tumefazioni fisiologicamente persistono, non avverto nessun altro sintomo particolare e spero siano solo paranoie inutili quelle che mi sto facendo.

Per quanto riguarda i valori mancanti che non ho riportato erano tutti nella norma, ho infatti riportato solo quelli asteriscati per rendere tutto più breve.

Cordiali saluti e grazie di nuovo!
[#4] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
vediamo di chiarire quando fare il test HIV:
il periodo-finestra dell'HIV non è di 6 mesi ma di 3 mesi

dopo un rapporto a rischio
un test HIV fatto dopo 30 giorni dà una sicurezza altissima, intorno al 95-97%
un test fatto a 90 giorni dà una sicurezza del 100%

[#5] dopo  
Utente 128XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille per la delucidazione,
ritiene che il quadro che ho presentato possa essere compatibile con un'infezione acuta da HIV? Ho letto che solitamente la sintomatologia persiste solo qualche settimana.

Grazie per la pazienza!
[#6] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
generalmente l'infezione da HIV è asintomatica
perciò, solo un test HIV può darle la risposta