Utente 210XXX
Salve, sono un ragazzo di 31 anni, da più di un anno non pratico sport e lavoro ai computer quindi sto quasi sempre seduto, anche se durante la giornata cammino almeno 30 min. Fumo ormai da 15 anni. Dal punto di vista fisico non sono grasso, sono alto 1.65.
Ho fatto la settimana scorsa le analisi del sangue e tra i vari risultati che sembrano buoni ho:
Trigliceridi : 242
Colesterolo totale: 237
LDL 120,94
HDL 67,25

sono un ragazzo che mangia molto e anche sregolare...
mangio carne rossa (vitello, salsiccia ) quasi tutti i giorni anke a pranzo e a cena, insaccati e formaggi etc..

Secondo lei sono pericolosi i miei valori, mi devo preoccupare a 31 anni? cosa devo fare oltre a controllare l'alimentazione? Alimenti tipo le alici e la ricotta posso mangiarli?

Dimenticavo... in famiglia mio padre ha problemi di colesterolo e anni fa ha avuto un infarto. Quest'estate ho fatto una visita cardiologica (ECG e ecocuore) e il risultato è positivo, devo ripetere ilcontrollo tra 3 anni.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I suoi valori di colestyerolo meritano un aggiustamento della sua dieta che il suo medico le potra' consigliare.
Ma lei deve smettere di fumare.
Oggi, non domani.
In questo modo potra' ridurre il suo rischio di infarto (che e' elevato, data anche la sua familiarita') e ridurre molto il rischio di cancro.
Cordailita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dottore,
secndo lei devo prendere farmaci oppure basta correggere l'alimentazione? poi ogni quanto tempo dovrei rifare le analisi del sangue?
sono comunque a rischio di infarto anche se ho un cuore sano? e poi perchè dice "potrà ridurre il rischio di Infarto" sembra quasi che sono destinato ad averlo.

Grazie ancora...
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Mi pare che lei non abbia letto la mia risposta.
Se lei continua a fumare (e questo dipende solo da lei) il rischio e' molto elevato, specie se contemporaneamente assumesse anticoncezionali.
L'avere familiarita' per infarto significa essere molto rigidi sul ridurre gli altri fattori di rischio.
Per cio' che concerne il colesterolo, se lei riuscisse con l asola dieta a far rientrare gli esami bene, altrimenti c'e' indicazione ad una terapia farmacologica.
Ma la cosa piu' importante perche' ottenibile subito e' la cessazione del fumo.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org