Utente 227XXX
salve sono una donna di 28 anni, tutto è incominciato appena sono entrata al 9 mese di gravidanza. Ho incominciato ad avvertire un leggero formicolio alla mano destra durante il giorno, una cosa molto leggera e passegera. Questo stesso problema si è presentato anche la notte dapprima solo gonfiore per poi diventare sia gonfiore che dolore, principalmente alle 4 dita ( con un maggior punto al 3 dito ). Leggendo cosi su internet ho pensato che si trattasse si tunnel carpale, ne ho anche parlato con il mio ginecologo che mi ha detto che tutto era normale, un aumento di liquidi che passava con il parto. Dopo qualche settimana gli stessi sintomi si sono presentati alla mano sinistra anche qui dolore gonfiore ed intorpidimento delle punta delle dita. Il tutto peggiora con la notte ed al mattino non mi trovo ad avere delle mani completamente gonfie dolenti e senza forza e completamente senza tatto ( i polpastrelli sono sempre rossi e se li tocco diventano bianchi).
Ad oggi che ho partorito da un mese nulla è cambiato. Non so più che fare sono andata dal medico prima mi ha dato 1/2 compressa d'aspirina per una settimana ma questa non ha fatto nulla. Ora mi ha prescritto una radiografia alla cervicale ma io non ho mai sofferto di cervicali ed ho non ho nessun sintomo che posso attribuire a questa associata ad una terapia orale con oki bustine due al dì ( senza considerare che allatto). Potrebbe essere invece un problema neurologico, fare magari un elettromiografia potrebbe essere utile?.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

certamente si tratta di una Sindrome del unnel Carpale indotta dalla gravidanza.

Potrebbe gradualmente regredire, ma non è detto che questo avvenga.

Si faccia prescrivere dal medico curante un'elettromiografia (EMG) agli arti superiori e cominci a usare un tutore specifico (rigido) per il polso durante la notte.

Ci faccia sapere.

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2011
salve dottore, per quanto riguarda il tutore l'ho già utilizzato, questo mi ha dato un notevole sollievo per credo soli due giorni dopo di che nulla. Ogni tanto lo metto ma non trovo molto beneficio se non un minor gonfiore della mano. Anche io ho pensato al tunnel carpale ma il mio medico continua ad insistere che non è possibile ad entrambe le mani.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Molto strana questa affermazione del suo medico, visto che è vero l'esatto contrario.....

La Sindrome del tunnel Carpale è quasi sempre bilaterale, anche se possono esserci differenze di intensità dei sintomi tra i due lati.

Si faccia prescrivere l'EMG e, se la patologia viene confermata, credo proprio che le convenga fare l'intervento di decompressione del nervo mediano: si tratta di un intervento che dura solo due minuti, in anestesia locale.

Buona domenica.
[#4] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2011
Infatti i sintomi sono più a carico della mano destra che alla sinistra anche se questa fa pure male. Spero che dopo la radiografia si convinca di farmi fare l'EMG e non altre visite inutili anche perchè come può immaginare è cosi fastidioso non avere nessun tatto nelle mani.
Comunque le farà sapere,grazie tante del consulto.
Buona domenica anche a lei.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Riterrei del tutto inutile la radiografia della mano....
[#6] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2011
no della mani vuole fare una radiografia alla cervicale perchè lui pensa che la causa sia questa
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Anche se si trova una riduzione degli spazi intervertebrali (segno indiretto di una discopatia) o iniziali segni artrosici (molto difficile alla sua giovane età), non si può concludere nulla circa la sede del disturbo neurologico: solo l'EMG ci confermerà se la sede è cervicale (non credo proprio nel suo caso) oppure al polso (tipica della gravidanza).

Non da ultimo, mi permetto sommessamente di aggiungere che l'Rx è un esame che espone a radiazioni (per quanto limitate), mentre l'EMG è innocua.