Utente 438XXX
salve a tutti. ho vari problemi di allergia troppo lunghi per essere elencati ma quello più imminente è il problema con gli antinfiammatori.dico imminente in quanto devo trovarne uno che riesca a tollerare al più presto dato che mi devo operare al dente del giudizio e la terapia richiede antibiotico+antinfiammatorio.
per questo motivo, quindi, ho fatto numerosi day hospital con un allergologo per trovarne uno che riuscissi a tollerare.è da dire che come medicinali tollero solo un quarto di efferalgan500 compresse perchè se prendo una dose maggiore mi si abbassa la pressione, battito accellerato, sudorazione a freddo ecc.
ho provato con l'allergologo uno chiamato arcoxia 60 mg che li per li ho preso a piccole dosi. inizialmente ho avvertito forte sonnolenza ma il dottore diceva che non era nulla, in secondo luogo quando ho preso un'altra dose mi si sono alzate le papille gustative cosa che solitamente avviene quando prendo qualcosa che non dovrei ma anche li il dottore mi ha detto che non era nulla. quindi mi ha detto che lo tolleravo e da quel momento in poi l'ho preso come riferimento. a causa di dolori al dente l'ho preso per 2 gg.il primo giorno la solita stanchezza mentre il secondo sono stata male: subito dopo averlo preso ho avvertito un forte cerchio alla testa mi si è abbassata la pressione ecc...stessi sintomi dell'efferalgan in dose maggiore.poi mi sono riempita di macchie, un prurito intorno al collo ed una sensazione di fuoco dovunque.ho preso un antistaminico e sono stata meglio.tralasciando il comportamento non professionale del mio ex allergologo vi chiedo ora se riuscite ad indicarmi un possibile antinfiammatorio da testare o se avete suggerimenti. grazie Michaela

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Il problema delle reazioni avverse a farmaci è un vero "problema" ed è difficile individuare il farmaco giusto, bisogna affidarsi allo specialista allergologo, quello giusto(a questo punto) che conosca la storia clinica del paziente.
Se in atto, si tratta di trattare il solo dente del giudizio, l'uso del cortisone(prednisone o betametasone)a dosaggio adeguato, come antinfiammatorio è la scelta più appropriata.
Dopo vedrai con calma.
Leggerò gli altri quesiti che hai posto e vedrò se ti posso suggerire qualcos'altro, solo suggerire perchè nulla può essere lasciata al caso in queste cose.

Dott. Antonio Corica
[#2] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2007
grazi della risposta dottore.ora mi sono rivolta ad un altro allergologo. mi ha detto che per la sua esperienza solitamente chi è allergico ad un antinfiammatorio dopo non ne tollera nessuno,ancora di più per un soggetto come me doso dipendente, ma comunque farò 2 day hospital. mi ha detto anche che, nel caso, potrebbe vedere se riesce a farmi tollerare quel farmaco solo per la durata della cura post operatoria cioè riuscirei a tollerarlo per quella settimana e una volta smessa la cura non lo potrei più prendere.non ho avuto modo di chiedere come sia possibile questo, lo chiederò ma lei intanto per curiosità riesce a spiegarmelo? grazie cordiali saluti Michaela
[#3] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Cara Michaela,
ti dirò che tutto ciò che si fa nel campo delle reazioni avverse a farmaci può essere confermato e smentito a breve distanza di tempo, per cui se l'allergologo è quello giusto ti saprà dare tutte le indicazioni possibili, non credo comunque che per esperienza le cose vadano così.
Se facciamo delle ipotesi, potrebbe essere possibile, ma non esiste rimedio sicuro.
Probabilmente questo medico si riferisce alla probabilità di una possibile sensibilizzazione riguardo le gravi reazioni al farmaco, ma non è prevedibile cosa può succedere alla seconda somministrazione .
Fermo restando che il medico deve essere presente materialmente durante le prove e prendere le precauzioni più idonee.
Saluti
Dott. Antonio Corica
[#4] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Cara Michaela, l'estrazione di un dente del giudizio può essere effettuata senza l'uso di un antibiotoco e antiinfiammatorio.
Gonfierai solo un pò di più e avrai un pò più dolore, e sarai un pò più esposta ad eventuali infesioni.
Ma niente di drammatico comunque.

Continua a cercare comunque antibiotici e antiinfiammatori che tolleri, perchè comunque ti potranno essere molto utili in futuro.
[#5] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2007
dottor Sergio Formentelli la sua risposta mi ha fatto piacere. devo dirle, però,che non è una semplice estrazione del dente del giudizio: in sintesi il dente del giudizio è incastrato assieme al settimo dente ed entrambi ancora non riescono a nascere in quanto si precludono a vicenda. il dente del giudizio si trova nell'osso mandibolare mentre il settimo è a 2 mm dal nervo.quindi parliamo di una operazione chirurgica con punti, estrazione del dente del giudizio ed incisione del settimo per farlo uscire. questo mi è stato detto. il mio chirurgo è convinto che debba usare un antibiotico+ antinfiammatorio e senza questi parametri non può operare.addirittura voleva unire del cortisone ma mi sono rifiutata perchè anche a livello gastrico dopo aver avuto l'helicobacter pylori sono debole e prendendo il tutto con il protettore lansox 30 comunque non sarebbe il caso. secondo il suo parere con questi parametri posso operarmi anche senza utilizzare l'antinfiammatorio? non so, mi dica cosa ne pensa grazie del consulto Michaela
[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Cara Michaela, impossibile una risposta senza vederre direttamente.
Le estrazioni dei denti del giudizio spesso sono complesse.
La posizione del tuo chirurgo mi sembra un pò troppo rigida: "o così o non opero".
Consulta qualcun altro, ed esponi il problema.
Io ti posso portare degli esempi personali (mi dispiace solo che siamo fuori argomento allergologico): ho tolto i miei 2 denti del giudizio inferiori, e due erano come descrivi tu, con incisione del settimo per poter togliere l'ottavo.
Entrambe le volte non ho preso antibiotici mentre ho preso dell'antiinfiammatorio (Aulin) soprattutto per il dolore che non sopporto, e nonostante questo una volta sono gonfiato come un pallone con dolore intenso per più di una settimana, mentre l'altra volta da subito è stato come se non avessi effettuato nessun intervento.
Spesso sono in Africa a far volontariato, e ad insegnare a degli infermieri locali a togliere denti, anche con interventi complessi e con infezioni in corso, condizioni ben peggiori di quelli che descrivi.
Non usiamo, in Africa, né antibiotici né antiinfiammatori; sono farmaci preziosi e rari che possono salvare delle vite.
Ne facciamo a meno.
E i denti si tolgono lo stesso, anche i denti inclusi come il tuo (li hanno anche loro...).
Si può fare, quindi.
Avrai solo più dolore, gonfierai di più, potrai avere qualche complicanza, ma che comunque passa lo stesso.

Vai comunque in fondo al discorso antibiotici e antiinfiammatori, perchè arriverà il momento che potrai veramente averne bisogno.

In bocca al lupo
[#7] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2007
salve a tutti!eccomi tornata per raccontare il seguito dell'esperienza allergologica.sono andata a fare un day hospital questo giovedi: mi hanno dato da prendere 4 pastiglie di un antinfiammatorio una ogni ora. dalle 11 alle 14.alla terza pastiglia, quindi quella delle 13 dopo pochissimi minuti ho avvertito una forte tachicardia e un senso di smarrimento. sono stata male per 5 minuti poi il cuore è andato calmandosi. dopo poco mi si è presentato un forte mal di testa che ho continuato ad avere per tutto il giorno. ancora più tardi un senso di fuoco nelle guance e bollicine sotto cute. era stata una razione ma meno intensa delle anltre visto che non mi si era abbassata del tutto la pressione. esco dall'ospedale con la consapevolezza che sarei stata a rischio per tutto il giorno seguente quindi venerdi. ieri sera inizio improvvisamente a sentirmi bollire le guance, un senso di fuoco e pruriro.sapevo cos'era. dopo poco però sono stata davvero molto male: vado a stendermi sul letto con battito accellerato, sudorazione a freddo mi mancava il respiro e mi sembrava di impazzire!!!!ATTACCO DI PANICO.PER FORTUNA ho intuito che poteva essere quello e quindi non mi sono agitata ancora di+.poi mi sono messa a piangere per il nervoso,non mi controllavo più, una sensazione bruttissima...quindi ho preso metà pastiglia di zirtec.venti minuti e sono stata bene.ESPERIENZA DA NON RIPETERE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!ora se ci ripenso ho paura che si possa ripresentare.non mi era mai successo prima!ora:
come combatere al meglio queste reazioni??????
anche dopo aver preso un antistaminico si possono ripresentare?????
attualmente sto bene, mi sento però spossata e a volte mi sento disorientata.per favore attento una risposta al più presto!!!grazie!!