Utente 148XXX
Salve scrivo per conto di mio padre a marzo è stato operato di adenocarcinoma allo stomaco, ovviamente non ha potuto mangiare per un po', successivamente ha fatto dei cicli di chemioterapia e radioterapia, ha fatto 2 cicli di 15 giorni e uno ciclo di 7 giorni; la chemioterapia era in pillole(6 compresse al giorno) e la radioterapia era di 5 minuti esatti nella zona dello stomaco . La malattia è stata sconfitta, gli esami sono sempre stati perfetti, l'ultima tac non ha evidenziato metastasi etc etc. Aveva ripresoa mangiare tranquillamente un giorno ha fatto uno sbadiglio e ha sentito un rumore doloroso alla mandibola da allora ha un dolore continuo , non riesce ad aprire bene la bocca perchè sente dolore e di conseguenza non riesce a mangiare e masticare bene, ha fatto dei giorni di antinfiammatorio in pillolle, poi 3giorni di bentelan di 4 ml ma non passa, ha fatto le radiografie ma dal punto osseo non cè nessuna anomalia . Abbiamo prenotato una visita da un osteopata e vorremmo fare una visita maxillo-facciale anche , in attesa di queste visite secondo voi cosa può essere? Alcuni medici ci hanno detto che potrebbe essere un abbassamento della msticazione, una lussazione, un problema al legamento , un problema di cartilagine, e molti conoscenti che hanno subito trattamenti chemioterapici lamentano anche loro problemi a mandibola e denti. I sintomi che lui ha sono dolore quasi continuo ma sopportabile che si allevia con antidolorifici, il dolore a volte si irradia nel muscolo temporale della stessa mandibola altre volte si sposta all'interno dell'orecchio e sotto la mandibola direzione dei linfonodi della gola. abbiamo consultato anche un reumatologo che ci ha consigliato un'ecografia. Cosa potrebbe essere?


grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
non è possibile rispondere a simili domande in via ipotetica.
E' necessaria una visita specialistica e, da quanto riportato, più opportunamente da parte di un chirurgo maxillo-facciale che non un osteopata.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Federico Servadio
24% attività
4% attualità
12% socialità
SAN GIULIANO TERME (PI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2010
D'accordo su tutto con il collega che mi ha preceduto, mi posso sbilanciare su un incordinazione condilo meniscale a livello dell'articolazoione.
Necessita assolutamente di visita
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Provi a leggere http://www.danieletonlorenzi.it/?p=79 credo possa trovare spiegazioni interessanti. Comunque la causa del dolore non è presumibilmente (come da Lei riferito) legata all'adenocarcinoma.