Utente 222XXX
Salve mi chiamo Nicola 23 anni e scrivo perchè affetto da una dermatite cronica al pene che si protrae da circa 5 anni con la stessa ragazza.

Circa 5 anni fa mi si presentano sintomi quali: cattivo odore al pene, puntini rossi sul glande, screpolature sulla pelle all'attaccatura del glande, desquamazione, prurito.

Tramite medico di base eseguo 3 cure con diflucan e gynecanesten a distanza di qualche mese l'una dall'altra. Ma i sintomi si ripresentano circa 2 settimane dopo ogni cura.

Si esegue un tampone vaginale alla mia ragazza che rileva: candida albicans e urea plasma urealyticum.

Si esegue una cura continuativa per un mese di diflucan10 cpr 100mg e gynecanesten e Klacid 14cpr 500mg.

Dopo un mese stessi sintomi per me e perdite biancastre come ricotta (con cattivo odore) per lei.

Allora eseguo io un tampone uretrale che però rileva: leucociti assenti, bacilligram e cocchigram negativi risultano positivi, lieviti assenti. Coltura lieviti e batteri nessuno sviluppo. I sintomi però permangono in me e in lei.

Durante l'arco delle cure la dieta prevedeva un ridotto uso di zuccheri e carboidrati come pane e pasta, disinfezione degli indumenti, rapporti sessuali protetti. L'uso dell'integratore alimentare VITAPAN rende latenti i sintomi in me e lei. Urologo di fiducia e medico di base mi dicono di ripetere la cura di diflucan che però non mi fa più effetto tranne quello di demoralizzazione. Come proseguire con che cure? Grazie anticipatamente per le risposte.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Una diangosi serve per forza: anche una balanopostite di natura da determinare ( veda per esempio: http://www.latuapelle.org/rubriche/?art=15 ) deve essere chiarita con efficacia.

La produca nella sede elettiva quale quella DermoVenereologica

saluti a lei

[#2] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
Salve Dr.Laino e grazie della pronta risposta. Mi riconosco abbastanza nel quadro clinico della balanopostite candidosica recidiva, al più presto mi rechero da uno specialista venereologo. Ha per caso qualche collega nella zona di Udine da raccomandarmi?