Utente 117XXX
Buongiorno,
soffro di crisi di tachicardia parossistica sopraventricolare a risoluzione spontanea ormai da 8 anni, con una frequenza di 3-6 crisi annuali in genere di breve durata (pochi minuti, raramente sono durate un'ora o due) con 160-180 bpm. La diagnosi è stata fatta con uno studio elettrofisiologico transesofageo che ha riscontrato la presenza di una doppia via nodale, mentre ad oggi non ho ancora una registrazione ECG fatta durante una crisi non indotta come nel caso del SETE. Non sono attualmente in cura con farmaci e prima di effettuare un'ablazione mi è stato consigliato dal cardiologo di aspettare di avere un ECG "di conferma" registrato durante una crisi.
Mi chiedevo se ci fossero cointroindicazioni nel donare sangue intero.
Grazie per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Nessuna controindicazione
Arrivederci
Cecchini
Www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la celere risposta.
Buona giornata.