Utente 143XXX
Salve, sono un ragazzo di 22 anni che ha bisogno di avere una risposta concreta ad un problema che non credo sia da ignorare come molti credono. Allora un mese fa ho avuto febbre a 38.5 e naturalmente mi curai con la classica tachipirina e vivinc. Una volta guarito dopo due settimane si è presentata dinuovo una temperatura corporea pari a 37.7 gradi, ovviamente più bassa della prima però curata ugualmente con vivinc solo che questa volta si è presentata con dolore di gola e tosse produttiva insieme ad un bel raffreddore. La temperatura corporea da quel giorno è strana; di giorno è 35.8 di pomeriggio 36.6 e ogni sera è di 37.3. Il mio medico mi ha prescritto 5 giorni di aerosol e antibiotico per 10 giorni mattina e sera. La temperatura è sempre quella, nel giro di due settimane ho perso 6 kg, insieme a tutto ciò avverto forti giramenti di testa, leggero bruciore agli occhi, dolore ai reni e al coccige e una strana sensazione sotto l'ultima costola sinistra, cioè al tatto sento un qualcosa che sprofonda e inoltre ad ogni colpo di tosse questo qualcosa è come se vibrasse. Premetto che una settimana dopo la prima influenza feci delle analisi del sangue e l'unico valore non in norma erano i globuli bianchi che corrispondevano a 10.1 ( soglia 10.0) e i trigliceridi 150 ( soglia 150). Spero di essere stato chiaro e di non aver tralasciato nulla. Attendo una risposta. Cordiali Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
da quanto racconta sembra che sia stato curato (verosimilmente in modo adeguato) per un fatto infiammatorio delle vie respiratorie e alcuni dei sintomi comparsi successivamente (peraltro piuttosto aspecifici) potrebbero configurare una sorta di "strascico" di tale processo. Considerata anche la tempistica - con tutti i limiti della valutazione a distanza - sembrerebbe quantomeno prematuro sospettare una malattia organica cronica. Cerchi di concentrarsi sulla quotidianità evitando di misurare continuamente la temperatura corporea. Se i disturbi dovessero persistere ne riparli col Suo medico curante che, se lo riterrà opportuno, sarà ben lieto di prescrivere gli accertamenti del caso.
Saluti,