Utente 228XXX
Buongiorno a tutti,
sono una donna di 42 anni, normolinea (175cmx64kg).
A marzo ho iniziato il mio travaglio con una "influenza" con forte vomito. Da allora ho sensazione di cibo fermo nell'esofago e forte voglia di eruttare. Contemporaneamente da un check up risulto fortemente anemica. Il dottore richiede sangue occulto nelle feci, eseguito 2 volte e sul totale dei 3 + 3 campioni uno risulta positivo. nuove analisi del sangue e all'anemia si somma neutropenia e leggera leucocitosi. nel frattempo pantoprazolo, debrum, debridat prescritti allviano il disturbo gastrico per 10 giorni al massimo, poi ricompare. Richiesta di gastroscopia e visita ematologica e gastoenterologica.
Intanto il gastrenterologo prescrive ranitidina 300mg 1 al dì e Levopraid per 2 cicli di 15gg. miglioro la sensazione all'esofago, ma se interrompo la ranitidina dopo i 2 mesi tutto torna. Sono in attesa della nuova visita per sapere come comportarmi....

il problema è che a seguire ci sono una serie di esami che non sono eclatanti ma mi sollevano MOLTI DUBBI:

Gastro esito nella norma salvo una leggera gastrite cronica quiescente e un'ernia iatale di 1,5 cm. istologico:
2° porz duodenale: QUOTA LINFOCITARIA INTRAEPITELIALE NEI LIMITI DI NORMA. LIEVE INFILTRATO LINFOPLASMACELLULARE DELLA LAMINA PROPRIA.

Antro e fondo: SEZIONI DI MUCOSA ANTRALE CON GASTRITE CRONICA SEMPLICE IN FASE QUIESCENTE ED IPERPLASIA FOVEOLARE. NEGATIVA LA RICERCA DELL'HELICOBACTER PYLORI.

eco addome completo tutto nella norma

esami del sangue vari, (incluso GICA 19,9 e Gastrina) tutto negativo salvo neutrofili 23% - 0,8 10*9/L e linfociti 59%. e leggera anemia. Cura di ferro e folati, anemia rientrata ma neutrofili diminuiti ulteriormente (700) e leucociti aumentati.

In attesa della colonscopia mi prescrivono Calprotecina e parassiti nelle feci. Parassiti negativi, calprotectina positiva a 63.

Colonscopia. Visivamente tutto perfetto (purtroppo fatta normale senza colorazione)

istologico: Biopsie dell'ileo- nella norma, tutte le altre (cieco, colon ascendente, traverso e discendente, sigma e retto) riportano Lieve flogosi cronica aspecifica e melanosis coli.
premetto che NON PRENDO MAI MAI MAI alcun tipo di erba o lassativo e che sono regolarissima senza alcun bisogno di prendere alcunché. non bevo aloe o mi curo con fitoterapia. Il niferex l'ho sospeso come da copione 2 gg prima della colon. Ho doloretti addominali a destra sempre ascritti a pregressi calcoli di colesterolo alla colecisti tenuti "a bada" da deursil. mi viene il dubbio che il ripresentarsi dei dolori quando interrompo i cicli di deursil dipendano da altro.

Sono sempre stanca.
dalle analisi del sangue il fegato non ha valori alterati, pancreas OK, elettroforesi nella norma, no patologie tiroidee, ANA normale, epatite C e B negativo HIV negativo, risulta IGG EBB VCA 105, ma IGM inferiore a 10...
Sto iniziando a preoccuparmi seriamente...
GRAZIE di qualunque aiuto e indicazione di approfondimento potrete darmi

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Indubbiamente un quadro complesso, tuttavia per fortuna dagli accertamenti correttamente eseguiti non sono emersi reperti patologici. Credo indicato uno studio funzionale esofageo per individuare eventuali disturbi motori ed ulteriori accertamenti per inquadrare l' anemia (magari anche una consulenza ematologica) e l' astenia apparentemente non ancora giustificate da quanto fatto. Auguri!
[#2] dopo  
Utente 228XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille per la velocità con cui mi ha risposto!

L'ematologo l'ho già visto, è lui che mi ha prescritto il niferex e i folati. (lo rivedrò a fine novembre per il controllo dei nuovi esami post terapia di due mesi)

Il dubbio più grandre però è l'associazione neutropenia, linfociti elevati e calprotectina alta, senza evidenze gastro/colonscopiche...

Dalla mia NON esperienza di NON medico (per cui tutto da verificare) la calprotectina è indice di infezione intestinale, e così indice di nfezione (non necessariamente intestinale) lo sono la linfocitosi e la neutropenia.

Dato che l'anemia è già migliorata e sensibile a somministrazione di ferro e folati... (avevo capito che se fosse dipesa da cause "gravi" non sarebbe migliorata con queste medicine) vorrei un idea su cosa possa significare il resto ....

Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Molto bene. Non essendo il mio campo specifico, sentiamo il parere dei colleghi infettivologi