Utente 198XXX
Buon giorno.
Al mio nipotino all'epoca di 50 giorni,fu eseguita ecografia dei testicoli con il seguente referto: "Importante idrocele bilaterale.Nei limiti didimi ed epididimi.A livello dell'emiscroto destro,si evidenzia una formazione rotondeggiante ad anello di circa 1 cm,apparentemente adesa alla tunica vaginale esterna,che presenta una parete ecogena non vascolarizzata con calcificazioni,ed una componente interna liquida.La formazione e' di incerta interpretazione:torsione cronica di residuo embrinale? Necessaria rivalutazione clinica e follow-up ravvicinato.
In data 5 agosto/08 eseguita visita chirurgica pediatrica.Diagnosi:"Pene in asse,esternamente normoconformato;presenza di idrocele bilaterale piu' marcato a dx.Reperto ecografico di verosimile pregressa torsione dell'idatide del Morgagni a dx.Regioni inguinali esenti da patologia.---controllo tra due mesi.
Pochi giorni prima dei 5 mesi e' stata eseguita nuova visita chirurgica con la seguente diagnosi:
"Alla nascita diagnosi di idrocele bilaterale.A 2 mesi ecografia con descrizione dell'idrocele bilaterale e delle gonadi bilateralmente con presenza a destra di una tumefazione di incerta natura (residuo embrionario ?). Attualmente idrocele sinistro in regressione.A destra presenza di idcocele teso inguinale con gonade non palpabile.Torsione antenatale del testicolo destro?Testicolo intraddominale? "
Poiche' oggi sono in possesso dell'esito della ecografia eseguita il giorno 8/11 vorrei riportarne integralmente il testo:
"Ecografia inguino-scrotale":
Testicolo destro non evidenziato;al suo posto e' presente una piccola formazione cistica di circa 4-5 mm.con pareti ispessite,riferibili verosimilmente a residuo atrofico ( l'opzione di idatide del Morgagni e' meno probabile per la posizione intrascrotale bassa dello stesso ---trattavasi di ipotesi di responso visita chirurgica del 05/08).
Tale residuo e' alloggiato nella cavita' a fondo cieco che mette in comunicazione lo scroto con l'addome,anch'essa ampia e a fondo cieco (cisti del funicolo?).
A sinistra presente un modesto idrocele che pare comunicante con il canale inguinale;il testicolo omonimo,esente da lesioni,misura 17-18x7x10 mm.
Detto questo pensate che la Tac possa evidenziare il problema meglio della ecografia?
Grazie a tutti Voi
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

ma quanti anni ha ora il suo nipotino?

Comunque generalmente in questi casi, anatomicamente complessi, se vi è qualche dubbio il chirurgo può anche chiedere una TAC,o meglio una Risonanza Magnetica Nucleare, ma può la vera diagnosi e la risoluzione del problema passa sempre da una esplorazione chirurgica diretta.

Ora però dovete risente, sempre in diretta, il vostro chirurgo pediatra.

Un coridale saluto.