Utente 228XXX
Buonasera dottore,cerco di andare subito al dunque per cercare di non prolungarmi troppo,5 giorni fa sono andato da un dentista perchè avevo il dente del giudizio che mi aveva fatto gonfiare molto la gengiva e mi dava da 2 giorni un dolore fortissimo,c'ero andato sperando che mi desse delle medicine più efficaci e meno nocive dell'aulin che oltre che non mi stava facendo nessun effetto so anche che fa molto male.
Insomma morale della favola lui me lo guarda e mi dice che è da levare,alchè gli rispondo,beh non andrebbe prima fatto sgonfiare con qualche medicina e poi lo si toglie e lui mi risponde che non cambia nulla.
Mi da 1 pasticca di amoxillina e dopo 20 minuti mi fa sedere sulla poltrona e mi fa la prima anestesia che ovviamente con tutta l'infiammazione che avevo non mi prende,poi la seconda,poi la terza sul nervo insomma me ne ha dovute fare 5 e comunque sentivo e mi faceva male,alla fine dopo avermi tagliato con il bisturi ecc ecc riesce a togliermelo,mi mette i punti,mi da 2 pasticche al giorno di amoxillina e un antinfiammatorio al bisogno e via.
Vado a casa e i dolori forti al dente mi sono cominciati a passare oggi che sono passati 5 giorni,quindi dopo 5 giorni di antibiotico!!
Ora dopo la premessa viene la parte in cui le chiedo il consulto cardiologico,un mio amico che studia medicina e sta agli ultimi anni mi dice: ma il dentista ti ha levato il dente con tutta l'infezione??ma è matto??Ti puoi prendere l'endocardite e rischi di morire oppure di dover fare un'intervento alle valvole del cuore!!
Ora il caso vuole che io ho delle lievissime insufficienze sia della tricuspite che della mitrale,che a detto del cardiologo non sono assolutamente nulla di particolare e che non mi comportano nessun tipo di problema,ma leggendo su internet ho visto che chi ha questi,anche se leggeri prolassi,è ancora più a rischio di queste cose e a maggior ragione dovrebbe fare una profilassi antibiotica prima di un'intervento del genere.
Adesso le chiedo: Mi hanno consigliato di fare un ecocardiogramma per vedere se c'è endocardite,ma basta un ecocardiogramma per vedere se c'è??Se quello risulta negativo posso stare tranquillo e ricominciare a vivere in pace??
Poi le chiedo: Visto che sono solo 5 giorni che ho fatto questo intervento,gia si vede se ho preso questa malattia oppure ha altri tempi d'incubazione??
Sono ultraconvinto che andrò in tutti i casi a denunciare questo dentista alle autorità competenti perchè solo il fatto che tu mi metti a rischio di una cosa del genere,sopratutto senza informarmi dei rischi che corro,significa che sei una persona che non può,non deve fare quel mestiere.
Dottore ovviamente sta cosa la sto vivendo malissimo perchè il rischio non è di un raffreddore ma bensì di un male che ti uccide,quindi aspetto una risposta il prima possibile,intanto la ringrazio moltissimo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
la presenza di lievi insufficienze valvolari, non la espone a nessun rischio di endocardite superiore a quello di un normale soggetto. Le notizie datale sono errate. Per sua curiosità, le aggiungo che l'endocardite, come tutte le infezioni ha un tempo di incubazione, variabile, talora anche di un mese.
Ma stia pure sereno.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 228XXX

Iscritto dal 2011
Inanzitutto grazie per la risposta velocissima che purtroppo ho letto solo ora,in quanto stamattina sono andato di corsa a farmi un elettrocardiogramma e un ecocardiogramma ovviamente a pagamento (vista la fretta).
Dall'eco cardiogramma il cardiologo mi ha detto che non si vede nulla che faccia pensare che io possa avere questa malattia,ma purtroppo da quello che mi ha scritto lei ossia che può avere un'incubazione anche di un mese,credo che questi 200 euro me li potevo risparmiare e magari se mi volevo togliere lo scrupolo sarei dovuto andarci a fare l'eco,direttamente tra un mese.
Oltretutto il cardiologo di oggi mi ha detto che mi sarei dovuto preoccupare per questa cosa solo nel caso in cui di punto in bianco mi fosse venuta una febbre tipo 38.5-39 e mi fosse durata anche una settimana,ma io ora sono al quinto giorno dopo l'intervento e febbre non ne ho avuta o perlomeno non mi sono accorto di averla,mi ha inoltre detto che al momento andare a fare un'analisi del sangue per vedere se c'è un'infezione è inutile in quanto dato che il dente ancora mi fa male,magari un'infezione viene rilevata ma ovviamente non ti dice dove,quindi questo farebbe solo accrescere l'ansia in me.
Ora sto nella speranza che nei giorni a seguire non mi venga febbre,chissà magari anche per altri motivi,perchè se mi viene mi prende un colpo,e continuo comunque con l'amoxicillina per qualche altro giorno.
Se ha altri consigli da darmi sono qui che li aspetto con ansia,grazie mille