Login | Registrati | Recupera password
0/0

Rimozione viti collo femore

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2011

    Rimozione viti collo femore

    Buongiorno,
    ho 46 anni e poco più di 2 anni fa, a causa di una brutta scivolata sugli scogli, mi sono procurata una frattura sottocapitata al collo del femore destro, trattata con tre viti cannulate al titanio (agosto 2009). Dopo 9 mesi sono tornata finalmente a camminare sotto carico con le mie gambe. Attualmente ho ancora questi mezzi di sintesi, nell'ultima visita di 7 mesi fa mi è stato detto che sarebbe opportuno toglierli. Non ho dolori, i movimenti sono normali, come l'altra gamba, ho solo un lieve senso di fastidio, direi poco importante, quando sono seduta in macchina. Vorrei sapere se sia davvero il caso di levarli o se posso tenerli. Naturalmente non mi fa piacere affrontare un altro intervento, lo vorrei fare solo se i benefici che ne derivano valgano i rischi connessi all'operazione. Grazie in anticipo per la risposta.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 444 Medico specialista in: Ortopedia

    Risponde dal
    2009
    Gentile utente,

    "per tagliare siamo sempre in tempo".

    Nulla Le vieta di tenere i Suoi ferri.
    In caso di necessità potrà sempre toglierli in un secondo tempo.

    Distinti saluti


    Dr. Emanuele Caldarella
    Chirurgia dell'anca e del ginocchio
    emanuele.caldarella@medicitalia.it

  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2011
    Grazie mille per sua celere risposta.
    Vorrei precisare che il fatto che le viti siano al titanio l'ho saputo solo verbalmente, la cartella clinica rilasciatami dall'ospedale parla solo di viti cannulate. Così le chiedo: è possibile che due anni fa mi siano state impiantate viti di materiale diverso e in quest'ultimo caso la sua risposta sarebbe stata la stessa? Inoltre mi è stato detto che più tempo passa, più esse vengono inglobate nell'osso ed è difficile rimuoverle, per cui conviene levarle quanto prima. Lei è d'accordo con questa affermazione?
    Nuovamente mille grazie.



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 444 Medico specialista in: Ortopedia

    Risponde dal
    2009
    Nulla cambia. Il titanio si integra meglio nell'osso, e togliere delle viti è un po' più difficile.
    Dopo due anni le viti saranno già ben integrate, quindi dubito che tra qualche anno cambi molto toglierle.

    Ma poi, perché Le vuole togliere? Ha qualche problema? L'unico motivo per doverle togliere è se si fa male un'altra volta, o se dovrà mettere una protesi. Non Le auguro nessuna delle due cose, ma nel caso ci si penserà allora.
    Toglierle "preventivamente" mi sembra un intervento un po' gratuito...

    Distinti saluti


    Dr. Emanuele Caldarella
    Chirurgia dell'anca e del ginocchio
    emanuele.caldarella@medicitalia.it

  5. #5
    Utente donna
    Iscritto dal
    2011
    Salve,

    ho sentito che le leghe al titanio, molto più diffuse del titanio puro nel campo della chirurgia ortopedica, rilasciano ioni metallici che possono essere molto nocivi alla salute e causare carcinogenesi. (...Ho detto la parola giusta?). Questo è anche ciò che mi è stato detto nell'ultima visita effettuata appunto 7 mesi fa e per cui sono in lista di attesa per l'intervento. Ma ora ho tanti dubbi.....
    Cosa dice lei di questi ioni dannosi? Inoltre è proprio vero che queste viti non interferiscono con risonanze magnetiche o altri esami diagnostici?
    Grazie per la disponibilità, mi aiuti a prendere la decisione giusta!

    Distinti saluti



Discussioni Simili

  1. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 05/11/2011, 17:51
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05/11/2011, 11:16
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 03/11/2011, 09:26
  4. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 26/10/2011, 14:39
  5. Dubbio esostosi
    in Ortopedia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 05/12/2011, 11:58
ultima modifica:  03/09/2014 - 0,11        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896