Utente 213XXX
salve , sono un ragazzo di 26 anni è da circa 10 anni ho questo tipo di patologia agli arti inferiori(Vasculite purpurea con microtrombosi-diagnosi)
tutto inizio solo con delle macchioli rosse alle gambe e andai da un dermatologo che mi disse che era nulla e bastava prendere della vitamina C, comunche con il passare del tempo queste macchioline andarono a peggiorare fino ad avere delle piccole ulcere gonfiore alle caviglie stanchezza fisica e stanchezza alle gambe e adesso mi ritrovo con delle macchie brunaste.Tutto questo avviene d'estate,cioè durante l'inverno non ho nulla ma durante l'estate si manifesta il sintomo.
Nel 2005 il mio medico curante mi mando a roma presso l'IDI per fare delle analisi per scoprire cosa avessi.Mi fecero fare un prelievamento di sague, presero molto sangue dove fecero un bel pò di esami, e la biopsia,risultato nessun problema.
e mi diagnosticarono la Vasculite purpurea con micro trombosi, mi dietero una cura senza risultati e l'ultima volta che andai nel 2010 mi diedero solo della vitamina b(si chiamava Omocicare)
Nel 2008 andai da un dottore, in polonia perchè una persona a me vicino preoccupandosi per me , dato che ero li in vacanza mi porto da questo dottore, che mi disse che non si trattava di vasculite ma di vene varicose mi prescrisse la diosmina e di fare l'ecodoppler alle gambe, feci questo ecodoppler ma nessun problema.Però da quando inizia a prendere la diosmina ebbi i primi miglioramenti, cioè, le gambe non le sentivo piu stanche e il gonfiore alle caviglie passo, ma non fu necessario per fermare il peggioramento.
mi chiedo perchè all'IDI di roma non mi fecero fare qualche tipo di analisi per la circolazione e non mi prescrissero la diosmina, dato che mi ha fatto del bene e se questo tipo di di problema è possibile che venga scambiato con qualcosa altro.
Inoltre vorrei sapere se questo tipo di problema è curabile e se estite un centro specializato dove poter andare.

grazie mille.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
La diosmina si utilizza da tempo quale generico "vasoprotettore" quindi è possibile le abbia dato il lieve miglioramento momentaneo ma non abbia risolto il problema della vasculite.
Abbiamo più volte sottolineato come la dermatologia sia generalmente restia a credere nell'efficacia di prodotti che non siano supportati da comprovate prove di efficacia ed anzi talora con il sospetto possano essere anche nocivi. Le invio a tal proposito un link ad un articolo sui flavonoidi:
http://www.apiterapia.it/notizie/flavonoidi-del-propolis-e-rischio-leucemia.pdf

In Italia abbiamo una dermatologia ancora eccellente e non penso avrá difficoltà ad incontrare bravi specialisti che si occupino del suo problema, adirittura senza cambiare regione.

Cordiali saluti