Utente 228XXX
Gentili dottori,
sono la madre di un ragazzo di 17 anni (altezza 1,68; peso 68 kg) che "convive" da più di un anno con un'acne nodulo-cistica. Effettuata una prima visita dermatologica, lo specialista ha prescritto a mio figlio,per 45 giorni, della tretraciclina ,in particolare il farmaco era il "tetralysal" e due pomate-gel (biretix e zindaclin) da applicare sulle parti più critiche . Al termine della cura, vi è stato un netto miglioramento, ma dopo circa 10 giorni l'acne ha ricominciato a comparire.Ho portato mio figlio ad una nuova visita,anche questa volta il dermatologo gli ha prescritto il tetralysal per 45 giorni con un nuovo gel (epiduo). Finita la cura si sono manifestati gli stessi effetti della precedente. Portato per la terza volta mio figlio dallo specialista, quest'ultimo ha deciso di fargli fare una nuova cura con isotretionina difla cooper. Il dottore ha comunque affermato che vi sono numerosi effetti collaterali. La mia domanda è: in rapporto agli effetti indesiderati (anche gravi) che questo farmaco può dare, conviene che mio figlio faccia questa cura? Inoltre prima di iniziarla il dottore ha fatto fare a mio figlio varie analisi. Dall'esito si sono riscontrati alcuni valori alti: transaminasi (got) valore massimo 31, risultato 45; transaminasi (gpt) valore massimo 40, risultato 48; cpk valore massimo 300, risultato 1741. Essendo che le transaminasi leggermente alte possono essere segno di un fegato leggermente affaticato e che l'isotretionina può avere effetti anche a livello epatico, alla luce di questi risultati conviene che esegua o no questa cura mio figlio?
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
gli esami vanno rifatti , e allargati (es. mancano i grassi ematici .)perchè si deve partire da valori il più possibile nella norma e da assenza di patologie, spec epatiche.
In compenso , se correttamente eseguita, la terapia può nettamente incidere in maniera assai positiva sulla patologia, con risoluzioni spesso assai soddisfacenti.
Ma ovviamente vi sono effetti collaterali marcati ,e quindi va valutato il rapporto rischio -beneficio.
Parlatene con il dermatologo.
cordialità
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Partendo da un punto fondante: non immettete le marche ma i principi attivi, poichè di isotretinoina e altri farmaci identici ce ne sono diversi, direi di affidarvi al vostro dermatologo perchè con un buon controllo sierologico il ragazzo potrà disporre di una terapia salva-pelle che in ogni caso lo salverà anche da sequele a lungo termine (cicatrici post-acneiche)

veda se vorrà:

http://www.latuapelle.org/rubriche/?cat=3

saluti
[#3] dopo  
Utente 228XXX

Iscritto dal 2011
Innanzitutto ringrazio i due specialisti per il celere consulto fornitomi.
Come da voi consigliatomi ne parlerò con il dermatologo per analizzare i diversi aspetti dell'assunzione del farmaco alla luce dei controlli effettuati.
P.S. : mi scuso per aver menzionato il nome dei farmaci e ringrazio il Dott.Laino per gli articoli da lui fornitomi, che ho trovato molto interessanti.

cordiali saluti.