Utente 227XXX
Salve vorrei chiarito il fenomeno dell' haze post operazione laser.
Sono stato operato 40 giorni fa con tecnica Lasek. Ho fatto la visita di controllo post-intervento 10 giorni fa', ed e' risultato tutto nella norma.
Ora vorrei sapere ,se durante questo periodo in attesa della prossima visita post-operatoria programmata per gennaio, mi si dovesse formare un haze nella prossima visita si e' in tempo per eliminarlo , oppure e' troppo tardi ?
- Un haze corneale si forma per la prolungata esposizione ai raggi solari senza protezioni, oppure anche per una brevissima esposizione ?
- Per la tecnica Lasek quali sono le percentuali di formazione e per quanto tempo si e' sotto pericolo ?

Vi ringrazio in anticipo per le risposte e per la disponibilita' .
[#1] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
12% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Si è in tempo, stia tranquillo, a volte si può formare, con queste vecchie tecniche, anche 6 mesi dopo l'intervento.

Vi sono varie cause che determinano l'Haze, in primis la ritardata riepitelizzazione, ma anche una prolungata esposizione agli UV nei primi mesi.

Meno rispetto alla PRK, ma molto di più rispetto alla Lasik.

Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Giordano Fanton
24% attività
0% attualità
8% socialità
BIELLA (BI)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2011
Buongiorno,
andiamo con ordine.

1) Se dovesse formarsi un haze se ne accorgerà e potrà segnalarlo al suo Specialista di fiducia a prescindere dagli appuntamenti programmati. Generalmente, prima si interviene sulla iniziale formazione, migliori risultati a distanza si ottengono.

2) L'haze può formarsi per svariate ragioni: familiarità (un po' come i cheloidi), esposizione a raggi UVA ("tanti" o "pochi" è un ragionamento un po' "spannometrico": conta la potenza di irradiazione diretta e/o indiretta e la risposta soggettiva del collagene all'insulto fisico), traumi postchirurgici, etc...

3) Le percentuali di formazione con le nuove tecnologie laser è molto bassa. E' mia abitudine sorvegliare "da vicino" i pazienti trattati almeno fino al terzo mese dal trattamento. Tragicamente esistono episodi ancor più tardivi (anche se rari, per fortuna)

Per ora mi sembra che vada tutto per il meglio. Sia fiducioso e non si preoccupi inutilmente!!!

Mi stia bene
[#3] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2011
Vi ringrazio per le risposte, ne approfitto per eliminare altri 2 miei dubbi :
- la presenza di haze voi medici , con quale esame la valutate?
-Un eventuale haze se non diagnosticato dal medico, tende nel tempo anche passati i 6 mesi ad aumentare , o rimane stabile?
[#4] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
12% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Vi sono vari gradi di Haze.
Alla Lampada a Fessura ci basiamo sulla qualità della visione dell'iride per deciderne il grado.
Con la Topografia corneale a scansione o con l'OCT anteriore, vediamo i vari strati della cornea e ne misuriamo la profondità.

Cordialmente