Utente 228XXX
Buongiorno gentili dottori,
è la prima volta che scrivo, e non so se è la sezione giusta, comunque io sono diventata vegetariana da oramai 5 mesi, per questioni etiche, lo stesso il mio fidanzato.
Lui ha fatto gli esami del sangue a settembre, e gli è risultato che le proteine totali sono alte trascrivo ciò che c'è scritto:

-proteine totali 8,7 g/100ml e i valori di riferimento sono 6,6 e 8,3
-pari al 18,85 % i valori di riferimento sono 11,1 18,8

quindi vorrei sapere come bisogna procedere, per far si che i valori tornino nella norma, il mio fidanzato se perforza deve mangiare un pò di carne per non star male, lo fa, ma ovviamente si preferirebbe di no, quindi spero che voi possiate darci qualche aiuto.

Ora passiamo a me,
io quando sono nata avevo un soffio al cuore, che a quanto pare dicono che guarisca mentre si cresce, al'età di 7/8 anni ero andata a fare l'ecocardio perchè mi faceva male il cuore, nelle ore di fisica a scuola.
e da sempre qualche volta ho delle fitte, nel senso come se mi prendessero i cuore e lo stringessero, come un pugno, accade tutto in un attimo, e subito dopo, se cerco di fare respiri profondi mi fa male e sento delle fitte, ultimamente sento che il dolore è più forte, e il dottore mi ha detto che può essere una conseguenza della mia scelta, e ho fatto l'impegnativa per un ecocardio, le fitte le sento sempre nella parte sinistra sotto il seno;
Vorrei chiedervi se questo problema è dovuto veramente alla mia scelta, e se fosse così cosa dovrei fare, e come dovrei comportarmi, soprattutto quando mi vengono quei dolori; se è possibile trovare comunque un modo che io rimanga vegetariana senza avere problemi di salute, spero che voi potete aiutarmi e comprendere la mia scelta.
sperando di avere al più presto una vostra risposta,
vi auguro una buona giornata.
jessica
[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
8% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Buonasera, non ritengo nel caso del suo ragazzo che l'aumento (assolutamente irrisorio) delle proteine totali possa essere imputabile a questa scelta alimentare. Non mi sarei meravigliato se si fossero ridotte anzichè aumentate. Comunque il dato non mi sembra debba creare delle preoccupazioni.

Per quello che riguarda lei è la prima volta che sento che diventare vegetariani peggiora una sintomatologia tipica più di un dolore intercostale muscolare. Bene fa a eseguire gli esami prescritti per escludere con sicurezza qualsiasi cosa, ma mi sembra che poca attinenza ci sia con il nuovo regime alimentare.
Sarei più propenso a suggerirle di prendere un po di peso perchè se i dati inseriti sono corretti lei ha un indice di massa corporea basso e, fortunatamente per lei, anche se non gradisce più la carne può giovarsi comunque di altri alimenti che potenzino moderatamente il suo introito calorico.
Saluti