Utente 849XXX
Salve Dottori, vi scrivo per un vostro parere riguardo ad un incidente successo a Luglio. Aprendo un barattolo di latta, con la linguetta, mi procurai un profondo taglio sul dito medio della mano dx all'altezza della piega della prima falange. Già da quando mi furono applicati i punti (3) sentivo di aver perso parte della sensibilità intorno alla zona del taglio, ma il medico del pronto soccorso mi aveva assicurato che, tolti i punti e sanata la ferita, il dito sarebbe ritornato apposto. A 4 mesi di distanza, invece, quella parte del dito è ancora insensibile e tra l'altro la cicatrice è rimasta un po' rialzata. Pensando che la zona è molta innervata, è possibile che il taglio abbia intaccato qualche nervo? Grazie per la disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

E' possibile che il taglio abbia interessato qualche struttura nervosa.
La sensibilità potrebbe ricomparire parzialmente a distanza di molto tempo.
[#2] dopo  
Utente 849XXX

Iscritto dal 2008
Dott. Piscitelli, Grazie per la sua celere risposta.