Utente 584XXX
salve a tutti. 4 giorni fa ho accusato un certo fastidio e prurito in una zona del glande, il giorno successivo il fastidio era aumentato e si era formata una zona arrossata sul glande, e la corrispondente zona del prepuzio si era arrossata e un pò gonfiata, e la minzione mi dava un pò di bruciore. Già mi era successo qualche mese fa, in forma più lieve, e il medico di base (specializzato in dermatologia e venereologia) mi disse che era una lieve balanopostite, di lavarmi con acqua borica per qualche giorno e sarebbe passato. E così fu. Siccome stavolta è successo nel weekend, per impossibilità ad andare dal medico di base, ho scelto autonomamente di metterci la gentamicina (senza cortisone). Poi guardando su questo sito ho visto che "balanopostite" è un termine che racchiude molte categorie e dovuta a varie possibili cause, e che la cura per una balanopstite batterica può essere controproducente per una balnopostite da fungo. Così dopo poche ore dall'applicazione ho lavato via tutto, aspettando di farmi visitare dal dottore. Lunedì mattina però ho visto che il rossore era quasi completamente scomparso, era quasi impercettibile, e così visti anche gli impegni non sono andato dal dottore. Detto questo, le mie domande sono:
1) se ho avuto un miglioramento così veloce, vuol dire che la balanopostite era batterica e che la cura giusta era la gentamicina? (sebbene l'abbia scelta senza cognizione di causa e senza il parere del medico)
2) se mi si dovesse ripresentare, il dottore può, semplicemente guardando, capire che tipo e che origine di balanopostite è la mia? oppure l'unico modo per capirlo in maniera certa è fare un tampone?

grazie a tutti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Augurandole di aver sconfitto questa balanopostite, devo avvisarla che molto spesso terapie senza diagnosi precisa non eradicano il problema:

La diagnosi a mio avviso e' anzitutto clinica (tante dermatosi genitali possono essere diagnosticate con il solomocchio e la lampada del dermatologo) per altre forme - quelle infettive batteriche ad esempio- e' necessario approfondire il quadro diagnostico:

http://www.latuapelle.org/rubriche/?art=15

Approfindisca
Anche con l'ausilio del mio articolo sulle balanopostiti.

Saluti a lei
[#2] dopo  
Utente 584XXX

Iscritto dal 2008
dottore la ringrazio per la sua risposta. senza dubbio è mio interesse approfondire la questione, ma se vado dal dottore adesso, con i sintomi che sono spariti, cosa può dirmi? e io cosa posso chiedere al dottore per approfondire la questione? secondo lei ha senso chiedere di prescrivermi un tampone balanoprepuziale?
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Se i sintomi spariscono e permangono così per lungo tempo il dottore non servirà, ma se si ripresentano con costanza, non abbia timore della scomparsa: un caso cronico lascia sempre segni anche minimi che inducono sulla buona strada il medico

saluti