Utente 212XXX
Salve sono una ragazza di 22 e ho questi 2 interrogativi da porvi:
1 - la visita dermatoscopica per i nei è sicura? Come può succedere che nel 2011 ci sono ancora notizie relative ad errate diagnosi circa i nei? Noi pazienti possiamo esser tranquilli dopo la visita o bisogna per forza ricorrere al''esportazione anche se non necessario?
2- la desquamazione di un neo con relative crosticine su di esso può esser una cosa normale?e da cosa è dovuta?
Premetto che mi sono sempre sottoposta a visite dermatoscopiche con video dermatoscopia poichè il mio neo (congenito) oltre ad essersi ingrandito 3 anni e mezzo fa, si desquama da solo( non è stato ferito e non c'è stato sangue) formando minuscole crosticine e da tutti i medici -dermatologi , è stato definito benigno. L' ho fatto visionare ultimamente da 3 esperti differenti e la diagnosi è sempre questa :NEO CONGENITO BENIGNO(anche se si è un pò ingrandito e desquama).
Vi ringrazio per l'attenzione
cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
la dermatoscopia moderna aumenta di molto la capacità diagnostica del dermatologo ESPERTO, permettendogli di apprezzare strutture altrimenti non visibili...ma ovviamente la accuratezza diagnostica non può essere del 100%!
L'errore esisterà sempre perchè nel meccanismo diagnostico esiste la variabile umana , soggettiva e interpretativa.E anche le macchine alla fine attualmente dipendono da questa.
Però siamo in grado di fornire dati di sicurezza così alti da permettere di "uscire tranquilli" dalla visita.
Ma d'altronde può essere sicura di non venire investita da un camion oggi? Si , ma non del tutto.
L'esame istologico è il passo successivo che ci avvicina tantissimo al famoso 100%.
Senza toccarlo , comunque. Ci si ricorre in seconda battuta.
La desquamazione può essere dovuta alle assisi superficiali e non interessare gli strati più profondi , di solito, e può essere dovuta a tanti fattori diversi. E in nei come il suo è normale.
Però va controllato perchè statisticamente ha più possibilità di trasformazione (dato STATISTICO)
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 212XXX

Iscritto dal 2011
dunque per un neo che si è ingrandito è sempre meglio l'asportazione chirurgica o no? Per quanto riguarda il mio caso penso che,avendo consultato 3 dermatologi, ed avendo avuto la stessa risposta credo che la diagnosi dovrebbe essere sicura.
Lei cosa ne pensa?
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Direi di si.Certamente deve seguire quello che le è stato detto e consigliato.
cordialità
[#4] dopo  
Utente 212XXX

Iscritto dal 2011
non mi è stato consigliato di asportare il neo perchè non ritenuto necessario ma solo di controllarlo annualmente.Lei solitamente come opera in queste situazioni?
[#5] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Se ritengo di avere sufficienti elementi di sicurezza , anche sulla base dell'algoritmo che solitamente si utilizza nello score di queste lesioni, attuo un atteggiamento attendista, limitandomi ad un controllo che può essere più o meno ravvicinato a seconda delle risultanze.
Quando invece gli elementi obiettivi sono tanti e tali da farmi ritenere preferibile passare ad un secondo livello , quale per es. l'esame istologico, certamente scelgo questa strada.
Non si faccia prendere dall'ansia ma dia fiducia ai suoi specialisti.
cordialità
[#6] dopo  
Utente 212XXX

Iscritto dal 2011
Quindi lei nel mio caso specifico avrebbe optato per l'asportazione chirurgica anche se avesse avuto elementi sicuri per definire benigno il neo?
e il controllo fra un anno che mi hanno consigliato è un atteggiamento , secondo lei, un pò superficiale?
La ringrazio e scusi le mie numerose domande....
[#7] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Credo che non abbia letto bene perchè ho detto il contrario.

"Se ritengo di avere sufficienti elementi di sicurezza , anche sulla base dell'algoritmo che solitamente si utilizza nello score di queste lesioni, attuo un atteggiamento attendista, limitandomi ad un controllo che può essere più o meno ravvicinato a seconda delle risultanze.
Quando invece gli elementi obiettivi sono tanti e tali da farmi ritenere preferibile passare ad un secondo livello , quale per es. l'esame istologico, certamente scelgo questa strada. "
[#8] dopo  
Utente 212XXX

Iscritto dal 2011
ho compreso ciò che mi ha scritto..però nel mio caso è diverso perchè il mio neo è stato considerato assolutamente benigno quindi sicuramente fuori pericolo per cui il controllo ad un anno è solo un modo per tenere sotto controllo la situazione ma non è necessario... mentre lei ritiene necessario sottoporre sotto controllo il neo perchè appunto potrebbe degenerare... ma i medici a cui mi sono rivolta hanno escluso questa ipotesi e ad oggi io non ho nulla per cui potrei anche non sottopormi al controllo...
A lei è mai capitata una situazione simile?
La ringrazio ancora tantissimo per la disponibilità
[#9] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Il controllo annuale è necessario a mio parere.
Se poi si manifesteranno ipotetitiche variazioni dei criteri dermatoscopici si rimuoverà, altrimenti si continuerà a controllarlo ogni anno.
Cordialità
[#10] dopo  
Utente 212XXX

Iscritto dal 2011
ma per lei è da controllare perchè si è ingrandito? o comunque anche se fosse stato sempre uguale il controllo deve esser fatto?
[#11] dopo  
Utente 212XXX

Iscritto dal 2011
cioè il controllo annuale è consigliabile per tutti.... come prevenzione o solo nel mio caso perchè il mio neo si è ingrandito?
non può essere che si è verificata una crescita fisiologica per cui posso star tranquilla e non controllarlo più?
[#12] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
A mio avviso deve controllarlo ogni anno come prevenzione generale.Ovviamente è anche libera di non farlo , se non lo desidera , considerando che la prevenzione è volontaria e non obbligatoria.
Colgo comunque un fortissimo stato ansioso, che mi spinge a suggerirle di far valutare anche questo non secondario aspetto.
cordialità