Utente 134XXX
Spett.li medici
vi scrivo al fine di risolvermi (nei limiti del possibile) alcuni problemi causati da alcuni sintomi accusati negl'ultimi due anni circa.
I sintomi che accuso sono:
1) Durante il rapporto sessuale quando la posizione assunta è supina o seduta ho difficoltà a mantenere l'erezione cosa che non succede in posizione prona o all'impiedi addirittura ho notato che alcune volte, quando sto seduto (nella quotidianità, anche senza aver nessun rapporto sessuale) dopo un po' sento un indolenzimento al pene seguito da formicolio;
2) Alcune volte raggiungo l'eiaculazione già dopo quindici/venti minuti;
3) Dopo l'eiaculazione i tempi di ripresa per un'eventuale altro rapporto sono lunghissimi a volte anche dopo diverse ore;
4) Spessissimo durante l'eiaculazione mi tira il nevo sciatico della gamba dx.
Avendo solamente 36 anni ed un passato (come dicevo prima fino a due anni fa) da "amatore" senza nessun problema di erezione e con diversi rapporti multipli continuativi, anche, della durata, in media, di tre/quattro ore; adesso mi trovo seriamente preoccupato non tanto dal perdere le prestazione da "attore porno" ma dal succedermi qualcosa di più grave a livello fisico visto il rapido cambiamento.
Premetto inoltre che in passato soffrivo di problemi di valori sballati del sangue e problemi di peso ma, adesso, dopo aver seguito una dieta drastica che mi ha permesso di perdere più di trenta chili ho i miei valori che rasentano la perfezione.
Speranzoso in una vs risposta e precisando che ad oggi mi sono rivolto solo a voi vergognandomi del contatto diretto con il mio medico a causa degli argomenti trattati porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

è giusto che siano sorti dei dubbi sulla sua performance erettiva.
di certo i tempi di recupero dell'erezione post-eiaculazione può essere molto variabile tra gli individui e nello stesso individuo in base al grado di eccitazione del maschio.

non è certo normale il formicolio che riferisce anche il difficile mantenimento dell'erezione.

consiglio di valutare il tutto con uno specialista andrologo, visto il calo ponderale non indifferente (30 kg, in quanto tempo??)

cordialità
[#2] dopo  
Utente 134XXX

Iscritto dal 2009
Egregio dr Colpi
per prima cosa la ringrazio per la rapida risposta.
In merito alle sue domande ho perso, tramite un medico nutrizionista, circa 35 chili in circa sette mesi ed adesso mangio regolarmente al fine di mantenere il peso raggiunto pari a 87 kg per 182 cm di altezza.
A riguardo il formicolio mi succede solo da seduto maggiormente quando sto seduto pressando sull'osso sacro (in passato sono stato operato di ciste sacrococcigea).
La difficoltà al antenimento dell'erezione mi succede solo nelle posizioni precedentemente dette al contrario non ho nessunissima difficoltà erettiva è come se non avessi abbastanza pressione sanguigna in salita. (so di aver detto un eresia e magari al momento si starà facendo una fragorosa risata ma spero di aver fatto capire quello che volevo esprimere).
Precedentemente mi sono scordato di dire che soffro di ernie lombare (credo se non erro L4, L5) può essere questa la causa?
cordiali saluti.

PS su internet ho trovato questo prodotto http://www.bioreviv.it/item.asp?id=20&n=Vigorlus-Capsule-Tonico-Energizzante-per-Uomo me lo consiglia? eventualmente altri prodotti naturali?
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

non consiglio nè prodotti nè farmaci senza aver visitato un paziente, oltre che essere contrario al forum.

le ernie discali possono influirein alcuni casi sulla funzione erettiva.
ritengo utile comunque visitare il paziente.

35 kg in 7 mesi sono troppi in poco tempo.

approfitti per una visita specialistica

cordialità